L'occhio del daruma

8 Maggio Mag 2014 1404 08 maggio 2014

Le donne del silenzio di Kaoru Saito

  • ...

Ammantate da un ampio kimono, avvolte in una sciarpa durante una nevicata inaspettata, sprofondate in un sogno o con gli occhi pronti a saziarsi di ogni attimo di incanto...: le donne di Kaoru Saito sono sempre estremamente riconoscibili e stupendamente umane.

Se i lavori dell'artista sembrano svelarci molto dell'animo femminile (specie giapponese), poco sappiamo invece della sua vita: apprezzato in tutto il mondo, è nato nella prefettura di Kanagawa nel 1931 e ha studiato arte con Tsuruta Goro e Arai.

Nelle sue opere oriente e occidente si incontrano: la donna - soggetto amato dalla corrente ukiyo-e, come testimonia anche il popolare filone delle bijin-e, le immagini dedicate alle belle fanciulle) - è spesso da lui ritratta utilizzando la tecnica d'incisione chiamata mezzotinto (qui a lato un suggestivo esempio, Hydrangea), nata in Germania nel corso del diciassettesimo secolo e poi sviluppatasi nell'Inghilterra del Settecento, grazie alla quale è possibile ottenere una resa realistica dei soggetti in bianco e nero.

Kaoru Saito arte contemporanea giapponese Violet Rest

Le figure di Kaoru Saito, sospese in un tempo impercettibile eppure palpabilmente vero, non possono non sedurre l'osservatore. Scolpite dai chiaroscuro o immerse nel colore, posseggono una rara capacità: esprimere esattamente il loro sentire racchiudendolo nel più perfetto dei silenzi.

_ _ _

Tutte le opere qui riprodotte sono di proprietà di Kaoru Saito.

Correlati