Lost in Dolcetto

16 Marzo Mar 2014 1907 16 marzo 2014

Topozilla è fra noi

  • ...

Ecco. Eccola la prova del suo passaggio. Due mattoncioni lego colorati, tra i giocattoli preferiti di #Topozilla. Venerdì l'ho avuto per la seconda volta e adesso stiamo stabilendo una confidenza fatta di "Gu ga!" e "Guarda le margheritine laggiù". 1 anno e personalità dirompente, la gamba parte e l'occhio la segue, nel gran tour delle esplorazioni casalinghe. C'è la presina di plastica arancione, la ciabatta del tato e i pesi che sbrilluccicano, da scoprire. Anfratti, pieghe del frigorifero dove infilare le manine e coperchi di recipienti da percuotere:"Luigi diventerai un batterista!". E lui giù a ridere. Poi penso, tutta questa attenzione alla casa e alle costruzioni denotano più uno spirito da ingegnere. Ok, percussionista ingegnere. Intanto getta le basi vicino a me. Ha un anno. Occhi blu, ciglia lungheeeeee bionde, pomini rosso scarlatto e piedini che sembrano due svizzere. A volte mi chiedo dove finisce l'ultima dichiarazione dell'assessore e inizi Luigi, perché io scrivo, ma risposta non c'è. Il talento della tata è qualcosa che germoglia con una sua autonomia e io ce l'ho. Non ha niente a che vedere con timidezza, imbarazzo e ansie, si è già emancipato da quelli. Sulla strada dal nido a casa di mamma #topozilla punta il ditino a cortili e macchine, io dietro a fare la chiacchierina e vigilar. Maiale e Brown sono suoi amici, gli dormono accanto.
Quante emozioni il primo incontro vero, in casa. Cammina corre verso un ignoto che conosce. Gli è famigliare. Metto su la musichetta di Hello Spank, lui cerca il bagno per pocciare con le manine nell'acqua-pluf pluf-e il suo bellissimo mini cerchio da frisbee. Si bagna le maniche-te pareva-ride in quel modo speciale, a metà fra Kevin Spacey e Alex De Large, ma bello. Ha una forza incredibile, sposta un tubo di mezzo kg, e si appassiona agli interruttori. Tira, solleva, ma il congegno che governa l'apertura e chiusura di un circuito elettrico non l'ha ancora capito. Lo metto sul divano bianco, tocca un libro e scartabellando un po' trova la maniera di sfogliarlo. È la Filosofia di Lost. Il suo libro. Il mondo non è alla sua altezza ma fino al metro è suo territorio. E quando finalmente crolla esausto crollo anch'io. L'articolo in gestazione prima di andarlo a prendere riemerge dopo una breve eclissi ma può stare ancora in stand-by. #topozilla è fra noi. E io gli voglio bene come se fosse mio.

Correlati