Mens sana Polis sana

8 Febbraio Feb 2017 1750 08 febbraio 2017

Mentre l'Italia rischia di essere declassata in Europa, la politica pensa ad altro.

  • ...

Dall'Europa è arrivata una lettera di contestazione ai nostri conti, a cui dovremo rispondere con fatti concreti e non a parole o proponendo la solita ricetta di recupero dell'evasione fiscale. La disoccupazione giovanile ha superato il 40%, lo spread è schizzato sopra i 200 punti, non si vede una reale ripresa economica, molte aziende versano in uno stato di grave difficoltà, alcune banche sono sull'orlo di un crac annunciato. La crisi del Monte dei Paschi la stanno pagando i cittadini. Per non parlare del problema terremoto e di una immigrazione che non si ferma e che affrontiamo da soli, visto che l'Europa ci ha abbandonati. Di fronte ad una situazione così grave servirebbe un governo forte, che faccia scelte a volte anche impopolari, ma autorevoli e risolutive. Ma non stanno così le cose. Da molti l'urlo prediletto è "al voto al voto" e ben poche proposte. La politica pensa ad altro. Il Pd vive ormai da mesi una situazione paragonabile ad una perenne seduta di autocoscienza, dilaniato da personalismi e lotte correntizie, Grillo si occupa soltanto dei problemi della Raggi, a parte qualche fugace comparsa sul suo blog, la destra di Lega e FdI guarda alla Francia di Marine Le Pen ed ora a Trump cercando un'imitazione che a volte appare addirittura goffa, Forza Italia vive una condizione d'impasse attendendo la decisione della corte di Strasburgo che riguarda il processo che ha condannato il suo leader Berlusconi, la sinistra oltre il Pd, dopo lo scioglimento di Sel, sta cercando di dare vita ad un nuovo partito, mentre Pisapia lavora ad un movimento civico-arancione. Per quanto riguarda il centro non si conosce il futuro di Alfano e Verdini, mentre di Parisi si sono perse le tracce. Ogni forza politica sta solo ragionando in termini di elezioni e quindi guarda solamente al prorio interno. Ci si occupa poco dell'Italia paese, mentre l'Italia rischia seriamente di essere retrocessa in serie B in Europa. Dopo la decisione della Corte sull'Italicum non si è ancora provveduto a votare in Parlamento una seria legge elettorale che possa garantire una governabilità per anni. Ritardi, continui ritardi. Una sorta di irresponsabilità collettiva sta divorando la politica. Attenzione i nemici della democrazia sono sempre ben presenti e attivi.

Correlati