Missioni all'italiana

3 Settembre Set 2014 2136 03 settembre 2014

L’Italia invia le armi ai curdi ed entra in guerra contro Isis

  • ...

“Dare ai curdi le armi per combattere lo Stato Islamico e farlo con una decisione istituzionale alla luce del sole, significa riconoscere il nostro coinvolgimento in un conflitto che è difficile non chiamare guerra”. Queste le parole dell’ex ministro della Difesa Arturo Parisi. L’attuale ministro della Difesa Pinotti ha annunciato che entro il 10 settembre arriveranno le armi ai curdi. Si tratta di 500 mitragliatrici MG 42/59, 100 mitragliatrici 12.7, 250mila munizioni per ciascuna delle due tipologie di armi (materiale nazionale), 1.000 razzi rpg 7, 1.000 razzi rpg 9 e 400mila munizioni per mitragliatrici di fabbricazione sovietica. Si parla di una copertura finanziaria di circa 1,9 milioni di euro. La mitragliatrice pesante Browning M2 12,7 millimetri soprannominata “Ma Deuce” dai militari che la utilizzano è un'arma pesante. Progettata inizialmente come arma per aeroplani fu dapprima selezionata per la fanteria. Nel 1932 al progetto originario furono apportate piccole modifiche come la canna bucata per migliorare il raffreddamento della stessa che portarono alla ridefinizione dell'arma come M2. La mitragliatrice Beretta MG 42/59 invece è una variante italiana della MG3 della Bundeswehr, a sua volta una copia ricalibrata della MG 42 del tedesca della seconda guerra mondiale. L'arma, prodotta su licenza dalla Beretta, con parti prodotte dalla Whitehead Motofides e dalla Franchi, è denominata MG 42/59 dall'anno della sua introduzione in servizio, il 1959. Veniamo ai razzi. L’RPG-7 è stato usato largamente dagli anni ’60 in poi, e molti paesi ne hanno fatto copie. L’RPG, che in russo significa letteralmente ‘raketny prototitankovy granatomet’ (granata anticarro a razzo), ha esattamente la stessa definizione anche con parole inglesi (Rocket propelled grenade), è un’arma diversa dal Bazooka. La gittata contro bersagli fermi è nominalmente di 500 metri, 400 contro mezzi in movimento. La gittata massima è di 920 metri, perché esiste una spoletta a tempo fa esplodere il razzo, tanto che spesso, contro aerei e soprattutto elicotteri, gli RPG sono stati usati per ruolo antiaereo, con lo scopo di danneggiare grazie alle schegge delle esplosioni i velivoli a circa 1km di distanza. L’Italia sfida così l’Isis schierandosi accanto agli Usa. Obama è ormai quasi ad un vicolo cieco. Sa che l’Isis trova appoggio soprattutto in Siria dove sono le principali basi. Il rischio per eliminarli potrebbe essere quello di trovare un accordo proprio con Assad, nemico giurato fino a qualche tempo fa e ora rimesso in gioco proprio dagli Usa.