Mister Right

21 Marzo Mar 2013 1545 21 marzo 2013

Siciliana, 35 anni, masculo cercasi

  • ...

Dating on line. Ma anche no.



«Siciliana, 35 anni, masculo cercasi». Più o meno è questa la descrizione che è stata fatta di me su un sito di dating on line.
No, tranquilli, non è che alla ricerca di Mr. Right io mi sia arresa all'idea, caldeggiata da parecchie amiche, di mettermi alla ricerca dell'uomo ideale attraverso lo schermo di un computer. Anche perchè, scusate, come si fa a capire a distanza se uno ha l'alitosi? Come ci difendiamo dal rischio che abbia la voce di Paperino? O che cammini come un tamarro? E se ha le punte delle scarpe rovinate? E se mette la camicia scozzese al primo appuntamento? Lasciamo perdere.
È che a furia  di denigrare chi chatta e cerca di baccagliare via web, il signor Meetic deve aver deciso di vendicarsi per interposta persona. E su un sito di incontri mi ci sono ritrovata, mio malgrado.
Una collega di Chapter mi manda uno strano messaggio, che recita: «Valeria, fai un test di personalità!». Solitamente cestino, anche con un certo godimento. Ma quella mattina, mentre mi annoio mortalmente aspettando che le mie studentesse finiscano un esame...decido (ndr. mortacci miei...) di cliccare.
In effetti, è un test con una serie di domande legate al mondo del lavoro, al termine del quale mi viene detto che sono un ispiratore. Ovvero: «Una persona ricca di stimoli e di creatività, riesci a motivare chi ti circonda e a ispirare una grande fiducia». Banality Fair, scritte talmente male che nei Baci Perugina sanno fare meglio. Cestino la mail.

Poi mi metto a fare lezione. Il volume del Mac è rimasto alto, dall'ultima volta che ho ascoltato Locked Out Of Heaven di Bruno Mars su Spotify, la vera addiction del momento. E inizio a sentire una serie di «ding», «ding», «ding». Penso: «Mamma mia, cosa sono queste email a raffica?». «Ding», «ding», «ding». Aiuto. Fingo di dover cercare un link, vado alla cattedra e sullo schermo vedo «Quarantanove messaggi in entrata».
Sono tutti dello stesso mittente: il simpatico sito su cui ho fatto il test di personalità. Che si merita di essere sputtanato per bene, quindi segnatevelo, si chiama IQ Elite.
Ognuna di queste mail comincia nello stesso modo: «Valeria, Antonio 72 ti ha fatto l'occhiolino. Vuoi fargli l'occhiolino anche tu?». E via con: «Valeria, Giuseppe 79 ti ha fatto l'occhiolino. Vuoi fargli l'occhiolino anche tu?». Il tutto ripetuto per 49 volte. Quasi 50 uomini,  a me sconosciuti, che MI FANNO L'OCCHIOLINO.
Prego? A parte il fatto che l'occhiolino è completamente fuori moda. A parte il fatto che se uno mi strizza l'occhio io penso che abbia le lenti con un catanaio dentro. A parte il fatto che il fa ballà l'oeucc è da sfigati. Ogni donna sa bene che non si può (e non si deve) rispondere all'occhiolino. Perchè strizzare gli occhi fa venire la ruga in mezzo alla fronte. Come quella della Fornero. Ci manca solo questo.
Ma a quel punto, sono incuriosita. E quindi apro una di queste mail.
Antonio72, di Ragusa. Dice che ama i gatti (io pure), la buona cucina (io pure), la vita in campagna (anche no, toglietemi tutto ma non la mia Milano) e, attenzione, nella casella «esprimi in breve cosa cerchi in una storia d'amore», scrive: «Una donna che sa (sappia, benedetto ragazzo, sappia) stare al gioco (? quale gioco?) e soddisfare le mie passioni».
Quindi, per capirci, una schiavetta che fa tutto quello che dici tu. Credici.
Proseguo: Giuseppe79, di Caltanissetta. (ndr. A quel punto comincio a chiedermi perchè mi baccagliano solo siciliani. Poi capisco. Siccome il sito vanta una capacità di profilazione altissima (...) di default ti viene assegnata la prima provincia di residenza in ordine alfabetico. Ovvero: Agrigento. E quindi questi maschi siculi rispettano il moglie e buoi dei paesi tuoi). Però che carini, per rendermi appetibile mi hanno abbassato l'età di un anno.
Giuseppe si definisce un «bevitore saltuario». E questo mi fa desistere dall'andare oltre. Di damerino che non beveva mai più di una birra (solo perchè viveva nel terrore che lo fermasse la polizia e gli sequestrasse il suo pene-avatar, ovvero la sua Porsche), ne ho già avuto uno intorno.
Passo a LukeSkywalker. Tanto per bearmi di dare un due di picche a uno che ama Guerre Stellari. Che scrive: «Cerco una moglie. Sono pulito (grazie per averlo precisato), onesto (si vabbè), dicono gli amici simpatico (mai provato a chiedere agli estranei?)». Che la forza sia con te.
Decido che ne ho abbastanza. E credo che la cosa sia finita lì.
Ma non immagino che il peggio deve ancora arrivare. Ovvero, il simpatico sito, oltre ad avermi messo su piazza manco fossimo al mercato degli schiavi, ha pensato bene di mandare a TUTTI i miei contatti mail un messaggio con scritto: «Valeria ti ha mandato un messaggio in privato. Vuoi leggerlo?». Considerando che tra i destinatari ci sono anche il mio capo, il caporedattore, uffici stampa e manager....la cosa non è affatto piacevole. E come se non bastasse, tra i destinatari (maschi) ce ne sono alcuni a cui non pare vero che io abbia finalmente deciso di filarmeli. Non li sfiora l'idea che sia uno spam, quindi mi mandano sms a nastro: «Vale, ma mi hai scritto? Che bello...» o anche «Vale cazzo batteria scarica non vedo tuo messaggio, appena rientro mi collego». Aiuto. Un incubo telematico dal quale non so come uscire. Faccio un'amabile telefonata all'unico numero disponibile. E dico: «Mi ascolti bene. Io sono una giornalista. Voi vi spacciate per un network di comunicazione, mentre siete degli spammer. Cancellate immediatamente il mio profilo o vi denuncio». Risatina. Attimo di silenzio. E poi: «Va bene, provvediamo subito. Lei però, sull'opportunità di trovarsi un uomo, ci faccia una riflessione».
Ecco.

Correlati