Mister Right

27 Dicembre Dic 2013 1759 27 dicembre 2013

Non guardarlo! Cinque programmi che vi rovineranno le feste

  • ...

Rubiamo il titolo a un blog piuttosto noto, 'Non Leggerlo!', per fare pubblica rimostranza sul palinsesto dei giorni delle vacanze natalizie. Quei giorni in cui il tasso di malinconia e sega mentale si decuplica. In cui tocca rimettersi in sesto quando vorremmo solo armarci di calzino e vestaglia, perchè il Grand Tour tra i parenti impone di mostrarsi al meglio. Giorni in cui, miracolosamente, non siamo più obbligati ad essere sempre connessi e possiamo, senza sensi di colpa, metterci a vegetare sul divano.
Ed è a quel punto che ci troviamo a fare i conti con qualcosa di inaspettato: il palinsesto delle feste. Chi lo progetta, evidentemente, è a) un uomo b) un sadico. Non si spiegherebbe diversamente, altrimenti, la fatale combinazione tra film strappalacrime, drammoni tafazziani, reality show spaventevoli.
Provateci voi, a rilassarvi. O a non pensare che siete sole e con la speranza che Babbo Natale, una volta rimpinzatosi con la razione di biscotti che avete preparato, non passi dal camino e resti a farvi un po' di compagnia.

- Su Rai 3, per esempio, trasmettono Serendipity: un surreale film d'amore in cui due sconosciuti si litigano un paio di guanti in un grande magazzino, si innamorano, si perdono e chiaramente si ritrovano, con lieto fine. Basato sulla convinzione che, se una cosa è destino, succederà. Certo. E la sfiga dove la mettete?
Ditemi voi dove si è mai vista una coppia felice che litiga con amore per accaparrarsi l'ultimo paio di guanti la vigilia di Natale. Più probabilmente, si sentirebbe la donna ringhiare. L'uomo argomenterebbe che lei è la solita isterica con il mestruo. E tra l'altro, se nel film lui è un accettabile John Cusack, nella vita reale sarebbe un sosia di Poldo di Braccio di Ferro. Non parliamo del resto: lei scrive il suo numero di telefono su una copia di L'amore ai tempi del colera, la abbandona su una bancarella e dice a lui che se mai ritroverà quel libro, potrà chiamarla. Alzi la mano chi di voi, davvero, cerca libri sulle bancarelle. A Milano, intendo, non a Portobello Market a Londra. Nessuno. E poi: L'amore ai tempi del colera? Ma insomma...perchè ci sia una possibilità di realizzazione, meglio puntare su Fabio Volo.

- Canale 5 regala la perla Che pasticcio Bridget Jones!. Un film che all'apparenza consola le single cicciottelle. In realtà vi fa prendere coscienza di quanto potete essere goffe, inopportune, improbabili. Specie quando NON dovreste essere, per esempio agli appuntamenti ufficiali a cui lui, finalmente, dopo anni di preghiere e fioretti ('signore, prometto di non mangiare più una confezione di Digestive al cioccolato davanti alla tv se lui mi porta alla cena aziendale') decide di farsi accompagnare. E poi, vogliamo dirlo? Colin Firth è uno sfigato. E non solo per via del maglione con le renne. Tutte noi avremmo preferito farci il Natale con Hught Grant. Bello e strapazza femmine.

- Giusto a ridosso del Natale inizia la terza serie di Masterchef. Il trio Cracco-Barbieri-Bastianich è comfortante. E scalda. Fa sangue, nelle sere d'inverno. Ma visto che siamo tutte cresciute con l'idea che l'uomo va preso per la gola, state pur certe che vi deprimerete, davanti al televisore. Perchè a) la maggior parte degli uomini sa cucinare molto meglio di voi b) ci sono concorrenti come la signora veneta 60enne che si presenta in tacco 14, immerge le mani nel frullato di asparagi su cui troneggia un Trilogy e dice che lei gestisce la sua villa del Palladio sul Brenta cucinando per gli ospiti. E voi che vi sentivate fiere per una pasta pasticciata.

- La stessa sera di Masterchef, il giovedì, pensano bene di programmare anche Downton Abbey. Che è giunta ad una svolta cruciale: il tanto atteso matrimonio tra Mary e Matthew. E voi siete lì pronte a sognare questa coppia di cugini che coronano finalmente il loro sogno d'amore. Bello, no? Come se non aveste letto lo spoiler che gira su Internet: giusto il tempo di godersi la luna di miele e mettere in cinta Mary...che il povero Matthew muore. Tanto per chiarire che l'amore non dura. E ce lo dimostrano svolte più o meno tragiche.

- Inutile anche pensare di sfuggire a tanto miele rifugiandosi nella vita vera. Quella che dovrebbero raccontare i reality show. La rete maestra, in questo, è Lei. Dalle 22 in avanti, mi sono sparata Ossessioni (la triste storia di persone che sniffano il borotalco, mangiano lo scotch in maniera compulsiva, non escono di casa da 8 anni per paura dei germi...il tutto avrebbe anche un risvolto tragico, non fosse che nel 90% dei casi si tratta di donne sole, abbandonate dal marito, single incallite...e il tutto sembra un funesto presagio di quel che potrebbe accadere a noi.
Stesso dicasi per Accumulatori Seriali: gente che vive sepolta da spazzatura ed escrementi, in casa da anni, e anche in questo caso, ha sempre una storia di abbandono alle spalle. Se mentre vedete le foto della protagonista quando era giovane e bella vi viene un attacco d'ansia, avete tutta la mia comprensione. A seguire, Stalking: donne perseguitate. Su cui non credo di dovervi dire nulla.

Quindi? Uscite. O fate come me: registrate con MySky il vero film cult delle feste, Parenti Serpenti. E vi sentirete molto, molto confortate all'idea, anche voi, di avercela con il mondo intero, durante il Natale. Perchè non è affatto vero che siamo tutti più buoni.

Correlati