Nimby

12 Settembre Set 2015 1945 12 settembre 2015

Jacono (commercialisti), per il lavoro occorre puntare sulla semplificazione

  • ...

NAPOLI - “Con i recenti interventi legislativi si è tentato di rilanciare la sfida della semplificazione nell’ambito del mercato del lavoro, spesso caratterizzato da sistemi ancora troppo macchinosi e territoriali. Un obiettivo che dovrebbe essere perseguito nell’ottica di favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro. Per questo motivo i commercialisti italiani hanno avanzato un pacchetto di proposte di semplificazione in materia di lavoro che possa creare procedure standardizzate a livello nazionale”. Lo ha detto Vito Jacono, Consigliere nazionale dei commercialisti delegato al lavoro, presentando il forum “Impresa e lavoro nel Jobs Act” che si terrà venerdì 18 settembre dalle ore 14.30 presso l’Hotel Vesuvio di Napoli (Via Partenope 45).
“Credo sia molto importante che un pacchetto di proposte di questo tipo parta da Napoli e provenga dalla nostra categoria”, ha sottolineato Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei commercialisti partenopeo. “Si tratta di un appuntamento particolarmente sentito per ribadire quanto sia attuale e necessaria la collaborazione specialistica nel mondo del lavoro, come supporto per lo sviluppo produttivo delle imprese e della crescita occupazionale”.
“E’ necessario un Piano Marshall per il rilancio dell’occupazione nel Sud Italia, mettendo al centro dell’attenzione le imprese e i professionisti e individuando alcuni settori strategici su cui puntare - ha spiegato Achille Coppola, segretario nazionale dei commercialisti - Sarebbe importante che il governo mettesse in campo una defiscalizzazione nel Meridione, inclusa l’Irap regionale. Un intervento di questo tipo potrebbe attrarre nuovi investitori e non avrebbe costi onerosi per le casse del paese”.“L’incremento dell'occupazione - ha ribadito Antonio Alfè, componente Commissione Lavoro Cndcec - è effetto dell'introduzione dell'esonero triennale per l'assunzione di lavoratori a tempo indeterminato introdotto dalla legge di stabilità 2015 e non certo per l'introduzione del contratto a tutele crescenti con il Jobs Act. Il datore di lavoro, quando assume il proprio personale, non prende in considerazione l'ipotesi di doverlo licenziare o la facilità con il quale possa farlo, ma valuta elementi come il costo del lavoro e la produttività. Questa è la prova che una politica di riduzione del carico contributivo generale per i datori di lavoro ha un effetto positivo sulla crescita dell'occupazione. Le politiche dell'ultimo decennio sono andate invece esattamente per la strada opposta”.
Interverranno Giovanni Granata, consigliere Odcec Napoli; Cesare Damiano, presidente Commissione Lavoro Camera dei Deputati; Ilaria Feola, dirigente Direzione Generale Attività Ispettive Ministero del Lavoro; Vincenzo Tedesco, Responsabile Gestione del Credito Direzione Centrale Entrate lnps; i docenti Raffaele De Luca Tamajo, Giuseppe Ferraro, Marco Esposito; Carlo Musella, Presidente I sezione Lavoro Tribunale di Napoli; i professori associati Maria Teresa Salimbeni e Umberto Gargiulo; Giovanni Prisco, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Nola.
Alla seconda tavola rotonda parteciperanno i componenti della Commissione Commercialista del Lavoro del Cndcec Marialuisa de Cia, Mauro de Santis, Lorena Raspanti, Antonio Serpe.
Le conclusioni saranno affidate a Matteo de Lise, Presidente Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, e Lorenzo Di Pace, numero uno della Commissione Commercialista del Lavoro Cndcec.
Al convegno sono stati invitati ad intervenire Vincenzo de Luca, Presidente Regione Campania; Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli; Sonia Palmeri, Assessore Lavoro e Risorse Umane Regione Campania; Renato Pingue, Direttore Interregionale Lavoro; Alberto Scuderi, Direttore Regionale lnps Campania; Daniele Leone, Direttore Regionale Inail Campania; Giuseppe Cantisano, Direttore Territoriale del Lavoro di Napoli; Ciro Avallone, Direttore lnps di Napoli; Giovanna lovino, Direttore Inail di Napoli.