Nimby

27 Novembre Nov 2015 2020 27 novembre 2015

Giovani professionisti a sostegno della città metropolitana di Napoli

  • ...

Un gruppo di professionisti, provenienti da vari settori, che collaborano con l’amministrazione dell’area metropolitana di Napoli, per favorire una partecipazione più attiva dei cittadini e della società civile alla cosa pubblica. È la “mission” dell’Osservatorio dei Giovani Professionisti, istituito con delibera del sindaco metropolitano, Luigi De Magistris. Il gruppo di lavoro è composto dalle seguenti associazioni di categoria: la Città Metropolitana di Napoli, nella persona del primo cittadino, che è presidente dell’Osservatorio; l’Asign, l’Associazione Italiana Giovani Notai; l’Ugdcec, l’Unione dei Giuseppe D'Anna 02Commercialisti; l’Agifar, l’Associazione Giovani Farmacisti; l’Ordine degli Architetti, Dipartimento Politiche Giovanili; l’Odg, l’Ordine dei Giornalisti; infine la Confapi, la Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria. Gli organi dell’Osservatorio sono l’Assemblea dei soggetti aderenti, rappresentati in seno al consesso da un proprio delegato, e il Presidente, che può a sua volta nominare un proprio vice. Tra gli scopi del nuovo ente, si legge nel testo della delibera, vi è il “concorrere a determinare, nell’ambito delle direttive del Sindaco, alla programmazione, monitoraggio e attuazione del ciclo di progetti finanziati con fondi ordinari e di natura comunitaria”. Ancora, “promuovere iniziative, idee e progetti innovativi da sottoporre alla valutazione del Sindaco”. Infine, “fornire gratuitamente eventuale attività di consulenza e assistenza tecnica e professionale”. A titolo gratuito, sì, perché il nuovo soggetto istituzionale non percepirà alcun compenso, a qualsiasi titolo. Ha espresso parere favorevole il vicario dei Giovani Imprenditori della Provincia di Napoli della Confcommercio Imprese per l’Italia, Giuseppe D’Anna (nella foto): “Era ora che le menti pensanti e produttive della città iniziassero a collaborare attivamente con la politica. Questo significa affrontare concretamente i problemi reali, passando da un piano accademico a uno estremamente pratico”. Del resto, si può dire che le istituzioni cittadine abbiano attuato un piano di marketing politico. Perché sono stati i professionisti a rivolgere un appello alla fascia tricolore, affinché si facesse promotrice dell’iniziativa. Sono stati accontentati.