Nimby

12 Aprile Apr 2016 1324 12 aprile 2016

Moretta, presentata la prima banca dati dei commercialisti per giovani e aziende

  • ...

NAPOLI – “L’apertura della prima banca dati giovani promossa dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli darà ai professionisti una possibilità concreta non soltanto legata alla formazione, ma anche al collocamento nel mondo del lavoro. Oggi sono in crescita le richieste da parte delle aziende di figure professionali intermedie difficili da individuare: con la banca dati forniremo opportunità per i ragazzi in vista di futuri inserimenti lavorativi, allo scopo di agevolare le imprese e i professionisti nella scelta dei collaboratori, potendo attingere direttamente dalla banca dati”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dei dottori commercialisti napoletani, nel corso del forum “L'Ordine crea la banca dati lavoro per i giovani”.
“Per inserire i giovani nel mondo del lavoro occorre anche fornire loro esperienze pratiche – ha spiegato Maurizio Turrà, presidente Federlavoro – I recenti provvedimenti in materia di lavoro rappresentano una svolta nella gestione delle politiche del lavoro, avvicinando il sistema italiano ad un modello nord europeo, più efficace e professionale: troverà sempre più spazio un sistema integrato pubblico-privato che mira ad assistere il lavoratore dall'uscita dal sistema scolastico all'inserimento lavorativo”.
Maria Cristina Gagliardi, referente Odcec catalogo formativi, ha dichiarato: “Finalmente al termine dei corsi di formazione, i giovani commercialisti potranno essere inseriti in una banca dati a disposizione delle aziende e dei professionisti che ne faranno richiesta. Spesso la disoccupazione giovanile non dipende dalla mancanza di attività sul territorio, ma da una mancata coincidenza tra domanda e offerta di lavoro”.
Michele Raccuglia, Italia Lavoro, ha evidenziato come “la politica miri ad accompagnare i giovani nel mondo del lavoro. Oggi nel mercato del lavoro operano pubblici e privati, credo che fare sistema sia fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi”.
Al convegno è intervenuta anche Maria Avella, Federazione dei Commercialisti della Campania.