Nomos e Caos

29 Giugno Giu 2015 2010 29 giugno 2015

Criminalità e terrorismo: Europol in prima linea

  • ...

Criminalità organizzata, cybercrime, traffico illecito di farmaci, opere d’arte e medicinali, contraffazione, terrorismo e molto altro. In un contesto criminale allarmante, Europol, l’agenzia europea per la cooperazione di polizia, è attiva più che mai nel tentativo di rendere l’Europa meno rischiosa per chi ci vive.

Si chiama Operation Blue Amber la più recente, colossale, operazione di contrasto alla criminalità organizzata che Europol ha supportato. Aeroporti, frontiere, porti, e città importanti sono stati nel mirino delle forze di polizia dei paesi membri dell’UE, degli Stati Uniti e di diversi paesi asiatici e africani. Ed è proprio da una serie di operazioni di polizia internazionali concentrate sui cosiddetti ‘crime hot sposts’ che sono arrivati i risultati: sequestri di cocaina e metallo rubato per tonnellate, confisca di 390 veicoli, più di 500 arresti e molto altro.

Se da un lato l'operazione dimostra, ancora una volta, come le reti criminali cooperino e si coordinino a livello internazionale per perseguire i loro obiettivi, dall'altro fa vedere all'Europa (e non solo) come la cooperazione di polizia sia sempre più indispensabile e, al tempo stesso, vincente.

Anche sul fronte della lotta al terrorismo Europol ha di recente fatto un enorme passo avanti, con l'istituzione di una squadra di esperti per contrastare la propaganda estremista dell'ISIS sui social media.

E' stato proprio il direttore Rob Wainwright, ad annunciarlo pochi giorni fa al The Guardian. Dal 1° di luglio, gli esperti di Europol daranno tutto il loro supporto alla lotta al terrore, analizzando circa 100 mila tweets pubblicati dagli account legati al califfato.

Pur riguardando ambiti criminali diversi, l'operazione Blue Amber e la nascita della squadra di contrasto alla propaganda dell'ISIS sono due facce di una stessa medaglia, che rimandano agli obiettivi di cooperazione di polizia, difesa dei cittadini, dell'economia e delle istituzioni propri dell'agenzia europea.

Obiettivi che Europol ogni giorno porta avanti, agendo in primis sulle forze dell'ordine, attraverso strumenti di supporto operativo e finanziario, sistemi protetti per lo scambio di informazioni e supporto strategico. Secondo, Europol influenza la dimensione politica europea cercando di fare capire, attraverso i documenti di valutazione sulle minacce legate alla criminalità organizzata e le più recenti raccomandazioni per attività di contrasto comuni, quali direzioni gli Stati dovrebbero seguire per un efficace contrasto alla criminalità in Europa.

Infine, c'è un risvolto sociale. Anche se Europol nella sua attività di contrasto non si rivolge direttamente alla società, operazioni di polizia di successo affermano che l'attività di contrasto esiste e danno, al tempo stesso, consapevolezza e informazione sui fenomeni criminali ai cittadini.