Nomos e Caos

16 Novembre Nov 2015 0833 16 novembre 2015

Siete il peggio della società

  • ...

A voi che esaltate Mussolini, Hitler e Totò Riina, invocandone il 'ritorno' per salvarci dai terroristi, a voi ignoranti che non leggete mai un giornale ma che vi fate i selfie reggendo il vergognoso titolo di Libero 'Bastardi Islamici', a voi che vi abbandonate a insulti verso gli immigrati augurandogli di annegare coi barconi ma non fate nemmeno lo sforzo di distinguere un terrorista da un disperato in cerca di una vita migliore, a tutti voi che gridate di difendere i nostri valori e la nostra cultura quando nelle vostre vite fate l'opposto, e a voi che fate leva sulle paure e sulle insicurezze più profonde della gente per guadagnare visibilità, sappiate che siete il peggio della società, siete quell'humus di ignoranza da cui non potrà mai crescere altro che odio.

Stavolta abbiamo superato ogni limite. Troppi incitamenti all'odio e alla violenza, troppa ignoranza, populismo e cattiva informazione hanno reso questo fine settimana di sgomento, rabbia e cordoglio ancora meno sopportabile.

Del resto non è una novità. Ogni volta che atrocità come gli attentati terroristici di Parigi colpiscono l'Europa facendoci improvvisamente sentire vulnerabili, Facebook e Twitter diventano forum per contenuti ributtanti, con gente che tira fuori il peggio di sé. Commenti e post che vomitano odio e ignoranza diventano un elemento caratterizzante del dibattito sui social network. Troppe condivisioni e apprezzamenti a pagine in cui si inneggia alla violenza, post in cui si urla di “rimandarli tutti a casa”, di chiudere completamente le frontiere o, peggio, di affondare i barconi su cui arrivano i migranti.

Una tendenza che diventa sempre più preoccupante, soprattutto tra le nuove generazioni. Una tendenza che avevamo già conosciuto ma che negli ultimi due giorni è andata completamente fuori controllo.