Nomos e Caos

28 Marzo Mar 2016 1109 28 marzo 2016

Quei bambini di Lahore uccisi a Pasqua

  • ...

Lahore, Pakistan. Strage di bambini al parco nel giorno di Pasqua.

Picture by BBC

E' la notizia con cui sono andata a letto ieri e mi sono svegliata questa mattina. Circa 300 feriti e più di 70 morti tra cui diversi bambini. Dietro al vile attacco kamikaze la mano talebana, che nel giorno di Pasqua ha voluto colpire civili innocenti, di religione cristiana. Un'azione eclatante contro uno dei cosiddetti 'soft target', con l'obiettivo di seminare terrore tra civili e distruggere vite umane.

Bambini, donne e uomini lontani migliaia e migliaia di kilometri ma che come noi stavano festeggiando la Pasqua. Come noi, bersagli e vittime della radicalizzazione e dell'assurdità malvagia del terrorismo, che non importa da quale gruppo specifico provenga o quale target di civili decida di colpire, perchè sempre di malvagità e fanatismo esasperato si tratta. Anzi, in questo caso il fanatismo kamikaze si è spinto così in là da decidere di colpire un luogo frequentato in prevalenza da bambini. Una vicenda che mostra, ancora una volta, come in nessuna parte del mondo si sia immuni e che deve avere tutta la nostra indignazione e solidarietà. Proprio come avvenuto per gli attacchi di Parigi e Bruxelles.