Olimpia43

4 Agosto Ago 2012 1520 04 agosto 2012

Anna Maria dai capelli rossi, che nuota, pedala, cade, corre e piange

  • ...

Anna Maria Mazzetti in gara nella frazione in bici della gara di triathlon alle Olimpiadi di Londra.



La fatica, la tensione per la gara più importante della vita, la delusione per ciò che poteva essere e non è stato. C'era tutto questo nelle lacrime di Anna Maria Mazzetti, la 24enne di Magenta dai capelli rosso vivo, che ha partecipato alla più massacrante delle gare olimpiche: il triathlon.

Aveva fatto un chilometro e mezzo a nuoto alla grande, era insieme alle migliori anche nella frazione da 40 chilometri in bicicletta, ma una curva le è stata fatale. Una caduta particolarmente dolorosa per chi pedala coperta da poco più che un costume da bagno. Anna Maria si è rialzata, ha stretto i denti, ha concluso la sua gara con gli ultimi 10 chilometri a piedi, poi, 46esima al traguardo, è esplosa.

Fare il triathlon è una scelta di passione, sudore e fatica. In palio non c'è la celebrità, solo la consapevolezza di una sfida continua con se stessi e i propri limiti. Lei, che ama il nuoto, la pallanuoto e la ginnastica ritmica, che nel tempo libero balla e va a fare shopping, è tra le più forti al mondo, ed era lì, prima di cadere.

Non c'era rabbia, solo emozione nel suo pianto a dirotto ai microfoni di Sky Sport. La magia olimpica che aveva colpito una ragazza abituata a sfidare le migliori a livello internazionale. Era stata terza agli ultimi Europei in Portogallo, ma i Giochi sono un'altra cosa. La tensione gioca brutti scherzi, l'emozione è fortissima, e capita anche di cedere e piangere. A volte di gioia, altre per la delusione, ma stavolta il risultato non contava. Chiamatele, se volete, semplicemente "emozioni".

Correlati