Pagine Sparse

23 Aprile Apr 2013 2124 23 aprile 2013

I sogni che fanno paura

  • ...
         In una giornata nera

Ho un fuoco dentro di me che brucia e arde, il mio cuore si è trasformato in fiamme e fa scintille. È strano perché non so cosa farci con questo fuoco, non so perché è lì e non so come levarmelo.


Certi giorni sono stanca di essere me, certi giorni sono stanca di impegnarmi a essere felice, certi giorni mi deprimo e vorrei soltanto avere accanto un amore, certi giorni vorrei sentire gli occhi che brillano per qualcuno, certi giorni vorrei sentire gli occhi brillare anche solo per me stessa, certi giorni vorrei un imprevisto che mi cambi la giornata e l’umore, certi giorni non vorrei fare così fatica, certi giorni vorrei stare chiusa in una stanza al buio e non pensare, certi giorni vorrei starmene al rifugio, certi giorni non vorrei pensare a niente e non vorrei fare niente, certi giorni non vorrei nessuno, certi giorni non vorrei avere paura del futuro, certi giorni vorrei avere sempre fiducia nella provvidenza, certi giorni vorrei avere una sfera di cristallo per sapere come sarà la mia vita, certi giorni ho paura dei miei sogni, ho paura che non si realizzeranno, ho paura che siano troppo irrealizzabili, ho paura di restare insoddisfatta se non si realizzano, ho paura che quindi siano i sogni sbagliati. Ci sono dei sogni più giusti di altri? Certi giorni non vorrei avere delle aspettative, certi giorni non vorrei avere delusioni. Ma qual è la molla per andare avanti se non hai più sogni e aspettative? Io ho tremendamente bisogno dei sogni. Sennò che vivo a fare? Com’è una vita senza sogni? Com’è una vita senza fantasia?


Vorrei continuare a scrivere finché il fuoco che ho dentro non smette di ardere, finché la fune che mi stringe il cuore non si trasforma in lacrime, finché non avrò trovato una soluzione, finché non avrò cambiato umore, finché non avrò cambiato modo di pensare, finché non avrò smesso di scalare le montagne.


La mia soluzione:


Credo che i sogni siano la molla che ci spinge ad andare avanti, a usare tutta la nostra determinazione per raggiungerli.


Il trucco per non illuderci troppo è restare coi piedi per terra, è sapere che potremmo non raggiungerli; avere ben chiara questa consapevolezza forse potrebbe essere la chiave per coesistere coi nostri sogni senza distruggerli. O almeno, lo spero. Sognare senza volare. Oppure sognare e volare, e con un occhio guardare alto nel cielo e con l'altro guardare giù in basso la terra che sorvoliamo.


Correlati