Papà 24/7

4 Aprile Apr 2014 2057 04 aprile 2014

Bici per bambini, l'ora di pedalare

  • ...

Primavera, tempo di biciclette. E di acquisti di bici per i figli. Ma quale modello scegliere? Di che misura? E poi a che età si può cominciare a dare una bici a un bimbo? Ancora: meglio acquistarla grande, che duri a lungo, o su misura che cresca col bambino, ma cambiandola ogni due anni?

Non sono scelte difficili, un buon venditore di bici può dare i consigli giusti. Ma se è la prima volta è utile sapere qualche cosa in più. La bici è una delle cose più belle che si possono regalare a un bambino.

L’ideale sarebbe partire con un velocipede, le biciclettine senza pedali. Ai miei le ho date tra i 2 anni e i 2 anni e mezzo. Prima non servono. Io le chiamo “bicimoto”, perché dà un'idea di avventura. Servono a imparare l’equilibrio molto presto e anche ad andare all’asilo più in fretta. Ammetto di aver sempre provato un certo orgoglio nell'arrivare al nido con la bimba o il bimbo sgambettante sul velocipede, mentre gli altri bambini anche più grandi venivano spinti in passeggino o su quei buffi tricicli manovrati dal genitore - più spesso da un nonno.

Imparato a usare il velocipede, quando sarà il momento di passare alla bici vera, verso i 3-4 anni, basterà un’ora di tentativi per levare del tutto le rotelle: l'equilibrio è già stato conquistato.

Per un po', diciamo fino ai 4 anni, è comunque bene lasciare le rotelle per qualche settimana, perché il bambino si impratichisca con la pedalata. A un bimbo di 3-5 anni, alto non più di un metro, va bene una bici con ruote da 14 pollici. Ma si può aspettare che il bambino superi il metro di altezza, dopo i 4 anni, e prenderne direttamente una con ruote da 16 pollici.

In ogni caso, non guardate troppo avanti: meglio una bici più piccola di una più grande.

Il momento del cambio successivo è quando andrà a scuola, diciamo che si possono aspettare i 7 anni, e il metro e 20, per passare alle ruote da 20 pollici. E’ un momento decisivo, anche perché in genere la bici non sta più nel baule dell’auto se la si vuole portare per una gita fuori porta. Per questo è meglio cercare un modello leggero, con la ruota, e soprattutto il freno, che si possano smontare e rimontare facilmente.

Che tipo di bici? I gusti sono gusti. A me piacciono quelle molto semplici e senza fronzoli, anche per le bimbe. Niente cestini per bambole, niente borracce appese, niente portapacchi, e soprattutto niente cambio. Il cambio a un bambino non serve, complica la vita, è un costo inutile, si rompe, sporca e rende più difficile anche smontare la ruota. Non comprate bici col cambio ai bambini, lasciate che siano liberi di pedalare e basta.

Comprate invece il casco, e fateglielo mettere sempre.

Dopo i 9-10 anni la questione della bicicletta è più delicata. Se non avete un problema di furti (o di soldi) comprate una bici con componenti di qualità, affinché vada bene, sia efficiente e piacevole da usare. Dunque evitate supermercati e centri commerciali. Una bici 'dura', scassata o difficile, costruita male, non si fa rispettare. E presto chi la guida preferirà il motorino o l'iPad. Ma ovviamente è sempre questione di scelte. Buona pedalata.

Correlati