Papà 24/7

1 Settembre Set 2014 1617 01 settembre 2014

Mia figlia sembra un maschio. Per fortuna

  • ...
Mia figlia di 7 anni ha i capelli corti. Sta bene, è più pratico, si gestisce meglio quando fa attività fisica. Non sempre però i parrucchieri sono bravi a fare un taglio corto a una bambina, anche perché oggi non tutti, ad esempio, sanno chi è Haudrey Hepburn. Sta di fatto che mia figlia viene regolarmente scambiata per un maschietto. Va detto che ci mette anche del suo: è atletica, viva, spensierata, gioiosa, le piace farsi mettere vestiti comodi, non ama le gonne. Ma allo stesso tempo penso che la gente qualche problema lo abbia. Mia figlia sarà quello che è, ma scambiare per un maschio una che porta scarpe e calze rosa, braccialetti di elastico e cappellino fucsia, diciamo che - per quanto oggi tanti schemi siano saltati - ce ne vuole.

A volte penso che la gente, nel dubbio di sbagliare, abbia più paura di dare della femmina a un maschio che del maschio a una femmina. E così vanno tutti tranquilli: 'Ciao bel bambino, come ti chiami?'. Poco importa se sia una bambina e se, a mio avviso, non vi siano dubbi. Sempre meglio che dire 'Ciao bella bambina' e scoprire che poi in realtà si tratta di un maschio. Ma questo è sintomatico di un modo di pensare i ruoli. Come dire: se la bimba sembra un maschio in fondo è colpa del genitore che non l'ha vestita e acconciata come femmina, se il bimbo sembra una femmina invece si teme di fare una gaffe terribile e di offendere le libere scelte o i problemi altrui.

La cosa comunque mi lascia indifferente. Anzi. Parlando di questo, la maestra d'asilo dell'altro figlio mi ha detto una cosa molto bella. Che se mia figlia è così vuol dire che è pura, libera e serena. Che non c'è alcuna fretta. Che oggi il problema è un altro: bambine che in tenerissima età sono già vestite come piccole donne, abitini ammiccanti, trucco, unghie, anche i capelli una volta la settimana. Già smorfiose e smaliziate, anche a causa delle ore davanti alla tv.

È vero. Mia figlia corre nei prati, è spericolata, mi segue ovunque in montagna, al mare in acqua sembra una pazza scatenata, fa quasi il giro della morte sulle altalene, si arrampica sulle piante come una scimmia, vuole mettersi i jeans tagliati al ginocchio e la maglietta con la lingua degli Stones. Ma è dolcissima, tenera, elegante, aiuta sempre tutti e non sembra affatto un maschio: semplicemente, e per fortuna, è ancora una bimba. È questo che crea tanti problemi alla società di oggi?

Dopodiché, ovvio, una migliore scelta del parrucchiere s'impone.

Correlati