Papà 24/7

27 Novembre Nov 2014 1810 27 novembre 2014

I papà sono Interstellar

  • ...

Interstellar è un film che lascia il segno. Può piacere o no, di certo non si resta indifferenti. E’ uno di quei film che cambia a seconda dello spettatore. C’è l’Interstellar che vedono i giovani, l’interstellar che vedono i single o gli innamorati, l’Interstellar che vede chi è genitore, e c’è l’Interstellar che vedono i papà, e poi quello dei papà di figlie femmine.

Appartengo a quest’ultima categoria e ho visto il mio Interstellar inchiodato alla poltrona, in apnea per tre ore, gli occhi gonfi, ingoiando Smarties fino alla saturazione.

Tutti sanno di cosa parla il film: il mondo sta morendo, un ex astronauta padre di due figli parte per un viaggio intergalattico alla ricerca di nuovi mondi dove portare gli umani o, al limite, una valigia di embrioni.

Il problema è che mentre lui viaggia i figli invecchiano molto più velocemente, e così tutta la storia è una corsa contro il tempo.

Dunque: partire per salvare l’umanità o restare con i figli per custodire ciò che rimane? Più che un film di fantascienza, è un film sulla paternità.

Perché l’astronauta non resta con i figli? Semplice: perché è un papà. Li cresce, li mantiene, li educa, li prepara a vivere, poi se ne va. Si entra nel buco nero perché per salvare i figli (e l’umanità) si deve fare proprio questo.

E' il ruolo dei papà. Non lo avete mai notato? In genere le mamme portano i figli all’asilo nido e restano fuori dalla porta a sentire che piangono; i papà li consegnano e se ne vanno.

In gioco non c’è il futuro della specie umana, ma della persona. Chi vuole salvare solo la specie inganna, mente, e condanna tutti alla fine.

L’amore che salva, invece, è la verità, il dono totale di sé. Interstellar è una grande lezione per i papà. L’astronauta è partito, non si sa più nulla, i figli inviano nello spazio messaggi come preghiere. Quando questa fede vacilla, il mondo si prepara a morire, quando si torna a sperare, l’umanità rivede la luce.

Ai figli lasci l’amore, la conoscenza, l’esperienza, la tensione per la verità, tutti i “libri” che guidano nella vita: sta a loro crederci. Sei dietro ogni loro pensiero e ogni loro gesto, anche se te ne stai andando dall’asilo nido in silenzio, lasciandoli da soli nel mondo.

Possono capirlo tardi, ma quando arrivano a comprendere che cosa ha fatto per loro il papà, e perché, lo spazio infinito è conquistato e l’umanità in salvo ancora una volta.

I papà sono interstellari.

Correlati