Piano sequenza

19 Dicembre Dic 2016 1118 19 dicembre 2016

Sconfinamenti: Se un poeta racconta un editore

  • ...

La fine di Giangiacomo Feltrinelli, trovato morto il 14 marzo 1972 nei pressi di un traliccio dell'alta tensione dell'Enel a Segrate, resta uno dei tanti misteri irrisolti del nostro Paese nonché uno snodo fondamentale di quel (e questo?) periodo storico, non solo semplicemente uno spartiacque tra la fine dei 60s e i primi 70s. Ne L'Editore Nanni Balestrini e Lorenzo Loris, fino al 23 dicembre al Teatro Out Off di Milano nella stagione che ne festeggia i primi 40 anni di attività, raccontano il contesto incandescente delle lotte sociali dell'epoca attraverso la discussione tra un gruppo di attori che si ritrovano con l'intento, che poi grosso modo è il pretesto narrativo anche del romanzo dello stesso Balestrini, di realizzarne uno spettacolo teatrale.

Nanni Balestrini, classe '35, tutto questo l'ha vissuto (e l'ha raccontanto), ma i sei giovani attori sul palco non credo fossero nemmeno nei pensieri dei loro genitori durante gli anni di piombo: a loro il plauso di aver (almeno) letto il romanzo da cui è tratta la pièce - ah, se gli attori d'oggi iniziassero a leggere prima che a recitare... - e di essere riusciti ad entrare nel contesto ancor prima che nei personaggi, che sembrano sapere realmente cosa fossero il Movimento Studentesco, Lotta Continua e Potere Operaio prima di pronunciarne a memoria i nomi letti sul copione.

Correlati