Quarto tempo

24 Marzo Mar 2013 2125 24 marzo 2013

BARBARI SOGNANTI, BARONI RAMPANTI E LA META DI ZANNI

  • ...

Due icone per un match che romperà la tradizione. Lions vs Baa-Baas: la selezione più bella al mondo contro il club a inviti più ambito si sfideranno il prossimo primo giugno. Per lanciare il 125imo anniversario del primo tour in Australia, i British & Irish Lions affronteranno infatti i Barbarians a Honk Kong nella partita delle partite.

Anche se le due selezioni si sono affrontate una volta sola, nel 1977, l’attesa è carica di aspettative. Sarà che Hong Kong sta guadagnando sempre più peso nel rugby internazionale con la pratica del rugby seven, formula di rugby a 7 inventata si narra dagli scozzesi che per risparmiare anche sul numero dei giocatori trovarono il modo di giocare una partita ricavando due squadre dai giocatori di una sola squadra; sarà che entrare a far parte dei due club più blasonati al mondo non è per niente uno scherzo; saranno gli sponsor o i manager espatriati che contribuiscono a diffondere la pratica del rugby; insomma, come che sia quella del primo giugno non sarà solo un’esibizione. Da parte loro i Lions hanno infatti confermato che si tratta di un match importante perché setterà il tono per i successivi 9 da giocare in Australia. I Barbarians, invece, sono determinati a non sfigurare. E c’è da credergli visto che si tratta dell’unica selezione a inviti di livello mondiale.

In campo ci sarà anche un pezzo d’Italia. Tra i convocati della selezione bianconera, infatti, figurano Sergio Parisse, Martin Castrogiovanni e Andrea Lo Cicero che ha detto: “È inutile che vi stia a descrivere tutte le mie emozioni. È sicuramente un ennesimo grandissimo onore, dopo aver vestito la maglia della Nazionale italiana, quello di chiudere la mia carriera internazionale con il club a inviti più esclusivo del mondo. Mi prometto, come sempre, a dare il massimo anche in questi due impegni che arrivano come il coronamento di un grandissimo sogno che per me è stato, è, e sarà sempre, il rugby. Voglio ringraziare i Barbarians per la convocazione e la Federazione Italiana Rugby che, assieme al mio club, il Racing Metro di Parigi, mi hanno dato la possibilità di allenarmi e giocare sempre ad alti livelli e dimostrare così quanto possa dare a questo meraviglioso sport”.

Intanto, tra gli atleti decisivi per i leoni rossi ci sarà il 24enne Leigh Halfpenny, estremo gallese nominato miglior giocatore del 6 Nations 2013 davanti al nostro Alessandro Zanni autore, ieri, di una bellissima meta nella storica vittoria in PRO12 dei leoni della Benetton Treviso contro i gallesi dei Cardiff Blues. Corsi e ricorsi.

Correlati