Quarto tempo

10 Aprile Apr 2013 2317 10 aprile 2013

BRIGANTI SE MORE. STORIE DI RUGBY E LIBERTA'

  • ...

"Ho vissuto a Catania per alcuni anni e non avevo mai messo piede a Librino", racconta una delle autrici, Rita Narzisi.

"I primi giorni ci perdevamo anche con il navigatore, provavamo una sensazione di straniamento. La fama del quartiere lo precedeva". Poi, "un completo ribaltamento".

Questa è una storia di rugby e libertà. Perché se il rugby è guerra, allora quella dei Briganti è guerra di liberazione dall'anonimato di una periferia da 80mila abitanti.

I Briganti sono infatti la squadra di rugby di Librino, quartiere periferico a sud ovest della città di Catania, raccontata da "Meta Librino", documentario di Rita Narzisi e Isabella Rinaldi presentato per la prima volta al pubblico qualche giorno fa.

Conquistare uno spazio. Questo è il senso dell'avanzamento per andare in meta. Dentro e fuori dal campo. "E finché l'arbitro non fischia, la partita è in gioco". Una frase manifesto raccolta da uno dei rugbisti di Librino la cui testimonianza si fa coro e storia da quel 25 aprile del 2012 quando i Briganti conquistarono il campo San Teodoro portandolo faticosamente all’omologazione per le partite under 20 e di serie C. Un anno fa.

META LIBRINO, IL TRAILER

Correlati