Quarto tempo

28 Febbraio Feb 2015 1750 28 febbraio 2015

Sergio ‘Braveheart’ Parisse sdogana le palle. E l’Italia sbanca la Scozia.

  • ...

Ogni tanto conviene dire le cose come stanno, parola di capitano. “Abbiamo messo le palle in campo. Nessuno credeva in noi. Noi però ci abbiamo creduto”. E così l’Italia ha vinto all’ultimo secondo la sua prima partita al Sei Nazioni 2015, scongiurando il sorpasso nel ranking mondiale da parte della Georgia in campo con la Spagna, cosa che avrebbe alimentato le polemiche sulla permanenza dell’Italia nel torneo più prestigioso del rugby.

Per Brunel è stata “la volontà di sfidare gli scozzesi dall’inizio” a fare la differenza anche se dopo pochi minuti il parziale dava la nazionale del cardo avanti di 10 punti. Poi recuperati grazie a una prova maestosa della mischia e alla capacità di sacrificio dei tre quarti azzurri, che hanno saputo giocare come degli avanti aggiunti. Bella partita, bella squadra, bello Aguero, bello Cittadini, bellissimo l’italo-scozzese Biagi, belli Favaro e Furno e McLean. Bella Italia.

LA META DEL SUCCESSO E L'ESULTANZA DEGLI AZZURRI

IL MATCH IN SINTESI