Quattroperquattro

5 Febbraio Feb 2015 1152 05 febbraio 2015

L'Alfa ritornerà?

  • ...

Sergio Marchionne ci prova. A giugno dovrebbe uscire una nuova berlina marchiata Alfa Romeo: la Giulia. Un ritorno in un mercato dal quale l'Italia è uscita da tempo, lasciando il campo alle tedesche, che sono diventate dominatrici assolute in questo segmento.
Se Giulia sarà, speriamo che possa tenere testa al nome che porta. Perché al suo esordio, nel 1962 aveva prestazioni al top della categoria, e nello slogan veniva chiamata «l'auto disegnata dal vento».
Un successo tale che aveva portato l'Alfa Romeo a creare un modello di fascia superiore: la 1750. Auto poi sostituita da una vera pietra miliare della casa automobilistica del Biscione, l'Alfettta, che veniva chiamata «la berlina più veloce del mondo».
I TEDESCHI AMANO ALFA. La Giulia è rimasta in produzione dal 1962 al 1975, l'Alfetta dal 1972 al 1984. E la meccanica di quest'ulitma era così avvenirisitca che pur essendo stata progettata alla fine degli Anni '60, è stata utilizzata fino agli Anni '90 sulla Alfa 75.
Quella volta, i tedeschi non potevano competere con berline così uniche nello stile, ma con un'anima grintosa. Oggi, dall'Italia si guardano solo le berline tedesche.
Intanto in Germania continuano a guidare berline 'di casa', utilizzate anche per oltrepassare il Brennero e venire in Italia a fare man bassa di Alfa Romeo d'epoca.

Correlati