Quello che le donne dicono

23 Settembre Set 2013 1525 23 settembre 2013

"La cosa, la casa, è la mia!"

  • ...

"E' tutta colpa della luna. Quando si avvicina troppo alla terra, fa impazzire tutti."
Chissà se anche Shakespeare, prima di scrivere queste parole, aveva visto una donna sbraitare, in preda all'isteria, contro il suo amore ridotto a brandelli.

L'altra sera c'era la luna piena. Sarei rimasta a sgranocchiarla con gli occhi ancora un altro po' ma un appuntamento fissato alla mezzora dopo mi ha richiamato al via-vai di città. La metro gialla alle 22 dieci di sera è perfetta: i minuti di attesa tra una corsa e l'altra aumentano e la concentrazione di quel mix sotterraneo di sudore e profumo cala vertiginosamente. Si respira di più. Si sente di più. Ci si ispira di più.

Tacco 12 per una scarpa a mo' di zeppa, dal colore rosa confetto. Dita dei piedi in evidenza (e come scalciavano, anche quelle) con smalto tra il nero e il viola. Polpacci non depilati e gonna calante che andava dritta giù, fino alle ginocchia. Avrà avuto sulla 50ina. Ben robusta, con tanta voglia di buttare il cellulare a terra, se solo non le stesse servendo per insultare il suo ex. Ad alta voce. C'era un bel rimbombo ed eravamo in 4 a condividerlo. Io, una coppia di adolescenti troppo presi a baciarsi per ascoltare e lei.  "Mi hai rovinato la vita! Ti ho detto che te ne devi andare! Vattene! La cosa, la casa, è la mia!"

Ok, Holly. Articolo da inserire con tag "fine di un amore", "donna", "isteria". Si, perché la donna-dai-polpacci-non-depilati a stare ferma mentre urlava al telefono non ci pensava proprio. Né pensava a me che ero in ascolto o a quegli adolescenti che avrebbero potuto ingoiare un amaro messaggio sulla fine delle relazioni.

Che un amore se ne vada può capitare. Succede a tutti. "Dovevi lasciarla 4 giorni fa, la mia casa!" E, con tante parole che uno avrebbe da dirsi, impuntarsi solo sul discorso della casa pare una scusa della ragione per non voler vedere ciò che il cuore ha già visto. Va bene che c'è la rabbia, va bene che le ferite sono sorde e va bene anche che una donna rivoglia indietro il proprio bagno per depilarsi! Ma va meglio ancora se si mantengono i nervi saldi (perché la casa già salda di suo è!).

"Domani mattina ti richiamo. E mi devi dire se hai tolto i calzini dalla stendino. E guai a te se fai un'altra lavatrice. E non toccare i miei pandistelle." Ecco, un motivo (simpatico!) per riparlarsi -inconsciamente- lei lo ha trovato.
Una donna arrabbiata di certo non si mette a parlare di biscotti.  Una speranza ancora c'è! Ma lui capirà che la gelosia non è solo per i pandistelle?

Non mi resta che darle il mio in bocca al lupo e augurarle di rivederci alla prossima corsa. Magari in stile più glam e composto.

Lucrezia Holly Paci

Correlati