Quello che le donne dicono

18 Giugno Giu 2014 1450 18 giugno 2014

"DIRE FARE BACIARE"

  • ...

'Il nemico della coppia non è l’abitudine, ma la mancanza di una comunicazione in grado di creare desiderio.' L.H.P

Il 21 giugno, a Milano, LET'S LIFE proporrà un seminario di autore dal titolo DIRE FARE BACIARE - Una nuova comunicazione per una nuova sensualità dove parlerò in prima persona dell'importanza della comunicazione per lo sviluppo del proprio potenziale sessuale. 'Per la riconquista dell’autenticità e del piacere condiviso.'

Per registrarsi (la prenotazione è necessaria) occorre cliccare QUI

Nell'attesa... un piccolo aneddoto eziologico...

'DIRE, FARE, BACIARE'. E poi 'LETTERA, TESTAMENTO'. Era il gioco che andava in voga quando ero piccola e mi divertivo spesso a farlo con le amiche.

La parte più eccitante era quella del bacio. Ci guardavamo tutte quando arrivava il momento, proprio o dell'altra. 'Avevi detto BACIARE! Ora devi baciare chi diciamo noi!'. Diventare rosse era un must. Tutto sommato, anche allora, la parte del bacio era quella più facile. Se andava bene, capitava il belloccio di turno. Se invece andava meno bene, poteva simularsi un bacio a labbra arricciate all'indietro.

Quando invece si aveva voglia di divertersi e farsi due risate, si sceglieva il 'FARE'. La perfidia della prima adolescenza non conosce limite e venivano proposte le azioni più bizzarre: 'vai da quella signora, lì all'angolo della strada, e inchinati davanti a lei incrociando gli occhi.' Il divertimento vero non era tanto nel fare, quanto nell'osservare la reazione dell'altro che, vittima dello scherzo, ci guardava la maggior parte delle volte incredulo.

Poi c'era il 'DIRE', che suscitava sempre un po' di vergogna. Se il baciare era rapido e simulabile, il fare divertente e senza senso, il dire riguardava qualcosa di più personale. Nel primo caso ci si rimetteva la bocca, nel secondo l'immagine, ma nel terzo caso era la privacy a essere minata. 'Dicci chi ti piace della classe.' Era il cult: obbligare l'altra a svelare il suo segreto.

'LETTERA' e 'TESTAMENTO' erano le scelte più scadenti: non prevedevano grande slancio nel formulare richieste nè la messa in gioco di chi era chiamato al pegno.

FINALMENETE SI CRESCE. Ed è simpatico accorgersi di come quel gioco, che da ragazzine sembrava così facile e utile come passatempo, sia diventato complicato da applicare nella vita di ogni giorno. Dispensare baci ovunque perdendone di vista il significato, fare l'amore con il proprio partner anche quando non si vorrebbe, dire 'ti amo' perchè se si restasse in silenzio ci sarebbe troppo imbarazzo.

Quando si diventa adulti DIRE FARE BACIARE sono più dei TAPPABUCHI che delle strategie.

Mi chiedo allora se sia possibile ripristinare il loro giusto valore. Senza scherzi stavolta, nè richieste di terzi.

Chissà che non ci si riesca, davvero.Voi che dite? 

Lucrezia Holly Paci

Correlati