Retwitaly

2 Settembre Set 2014 1114 02 settembre 2014

FIERI DEL NOSTRO GELATO

  • ...

Ennesima copertina dell'Economist, ennesima mancanza di rispetto nei confronti dell'Italia, ennesima mancanza di rispetto nei confronti degli italiani. Nell'ultima copertina del noto settimanale inglese il nostro Premier, Matteo Renzi, è stato rappresentato assieme ad altri leader europei con un gelato in mano. Che il magazine non amasse il nostro paese era ormai assodato, la scoperta semmai è che, pare, il problema non fosse soltanto Berlusconi. Destra, sinistra, pro/contro governo, stavolta non c'entra.

Renzi ha risposto alla provocazione ordinando 5Kg di gelato Grom., consegnato a domicilio direttamente a Palazzo Chigi. Grom è una piccola azienda 100% italiana, fondata nel 2003 da due ragazzi torinesi, Guido Martinetti e Federico Grom, e portata in pochi anni nelle migliori città del mondo. G.r.o.m. è un'azienda che crede nel made in Italy, quello vero, e lo esporta orgogliosamente, ottenendo risultati eccezionali. Un'azienda come tante, tantissime in Italia, checchè si dica.

Migliore risposta non poteva essere data.

Nonostante tutte le difficoltà che dobbiamo affrontare e nonostante tutti i problemi che senz'altro abbiamo, noi italiani, siamo i migliori al mondo per una miriade di cose. Facciamo le cose in un modo diverso, facciamo le cose in un modo migliore, nonostante tutto. Disponiamo di una serie di asset su cui puntare che nessun'altro paese ha. Li sfruttiamo poco, è vero, ma non sarà sempre così. Il mondo è innamorato di tutto ciò che riguarda il nostro paese, compra i nostri vestiti, mangia il nostro cibo, visita le nostre città. Ci amano, talvolta ci temono. Sono ossessionati da noi?Pazienza. L'importante è che non ci manchino di rispetto, come troppe volte ha fatto questo giornaletto inglese. Può darsi abbia una grande storia alle spalle ma basta guardare certe sue copertine recenti per definirlo un 'giornaletto' di gossip da 4 soldi, niente di più.

Per cui, se necessario, rappresentateci pure con un gelato in mano. Ne saremo fieri, è il più buono del mondo.