Sacro e profano

20 Febbraio Feb 2013 2135 20 febbraio 2013

CURARE LE FERITE CON LO ZUCCHERO ECCO LA MEDICINA LOW-COST

  • ...

Lo zucchero, un rimedio naturale per la cura delle ferite e lesioni da decubito. È questa la scoperta che avrebbe del sensazionale. Secondo lo studio di Moses Murandu, docente di Scienze infermieristiche della Wolverhampton Univertity in Gran Bretagna, lo zucchero sarebbe una medicina naturale per la cicatrizzazione delle ferite. La sperimentazione è già in atto presso l’ospedale di Birmingham, dove un pool di medici e ricercatori ha somministrato la cura ad Alam Bayliss, un ingegnere elettronico di 62 anni. Il paziente, dopo l’amputazione della gamba destra, non mostrava segni di miglioramento nella fase post-operatoria. Dopo il ricorso alla cura a base di saccarosio, la ferita si è ridotta nell’arco di qualche settimana. Lo stesso Bayliss entusiasta della cura afferma che: “La terapia è stata rivoluzionaria. La ferita era molto profonda, era grande quasi quanto il mio dito”.


La scoperta dello scienziato di origini africane ha dello strepitoso e soprattutto è a basso costo. Le proprietà del saccarosio accelerano la cura delle lesioni per un semplice principio: lo zucchero assorbe l’acqua, elemento vitale per la crescita e proliferazione dei batteri. Senza l’acqua – assorbita dallo zucchero – la ferita ha una carica batterica nettamente inferiore. Il rimedio naturale, che agli occhi del mondo occidentale potrebbe sembrare tribale e poco razionale, in realtà ha già avuto storici risultati in Zimbabwe, il paese d’origine dello scienziato Murandu, in cui ulcere e lacerazioni vengono curate con qualche cucchiaino di zucchero. Lo stesso Murandu, dopo il trattamento presso i locali dell’ospedale di Birmingham, aggiunge: “È stato un piacere per me constatare i risultati. La medicazione con lo zucchero, inoltre, ora può essere gestita autonomamente dagli infermieri perché è stata creata una sorta di procedura”.


La facilità con la quale è possibile reperire il saccarosio, unita al suo basso costo, fanno pensare che il suo utilizzo potrebbe supportare terapie a noi più note, per le quali sono previsti antibiotici e pomate cicatrizzanti. Un limite tra il continente africano e il nostro è sottolineato dallo stesso docente universitario: “L’unico problema è che bisogna chiedere alle persone se siano preparate a questo trattamento, mentre lo sono già per gli antibiotici e le altre cure tradizionali”. Ampliare gli orizzonti in ambito sanitario potrebbe servire ad abbattere i costi di trattamenti terapeutici lunghi e costosi.


                                                                                                                             Dario Cataldo




Articolo pubblicato per Sicilia Informazioni


Link: http://www.siciliainformazioni.com/sicilia-informazioni/34903/curare-le-ferite-con-lo-zucchero-ecco-la-medicina-low-cost

Correlati