S.P.Q.R.: Sono Pazzi Questi Russi.

2 Novembre Nov 2017 2321 02 novembre 2017

Perché un blog sulla Russia?

  • ...

Ho scelto di aprire un blog sulla Russia per una serie di ragioni. Innanzitutto è un Paese che mi affascina. Racchiude al suo interno una varietà di paesaggi senza eguali: l’acqua del Volga e del lago Bajkal; il fuoco, con i vulcani della Kamchatka; la terra delle campagne in Dacia o delle foreste in Siberia e l’aria incontaminata delle montagne del Caucaso.

Il poeta russo Tyutchev scrisse: “Non si può capire la Russia con la mente / nella Russia si può solo credere”. Un po’ come la forma di questo Stato immenso: quando si pensa d’esser arrivati, ci si rende conto che il limite è oltre la propria immaginazione.

Ho scelto di parlare di Russia anche per divulgare cultura, bellezza e storia di questo Paese. Una cultura che ha prodotto, dall’Ottocento in poi, un universo ricchissimo, regalando al mondo uomini e donne carichi di energia spirituale, fede, coraggio indomabile e tenuta morale.

Ma la Russia è anche un attore geopolitico la cui importanza è in crescita. Soddisfacendo le proprie ambizioni, il Paese di Putin è ormai diventato centrale nella nuova geopolitica del Mediterraneo ed è evidente come non possa essere lasciato in disparte per le risoluzioni di gravi crisi come quella libica.

Sono queste le motivazioni che mi hanno spinto ad aprire questo blog: uno spazio in cui i temi saranno affrontati con leggerezza, senza troppi fronzoli e, quando possibile, con un pizzico di ironia. Una finestra semiseria sulla Russia.

Correlati