S.P.Q.R.: Sono Pazzi Questi Russi

8 Gennaio Gen 2018 1817 08 gennaio 2018

Saune, kvas e yogurt: così i russi curano i postumi della sbornia

  • ...

Risvegliarsi dopo una notte di bagordi può rivelarsi molto, molto difficile. Soprattutto se, tra un panettone e un pandoro, abbiamo alzato il gomito. Lo sanno bene i nostri amici russi, che hanno i loro rimedi personali per non farsi rovinare le vacanze dai postumi di una sbornia.

Uno dei metodi prediletti per curare tutto ciò che causa dolore è l’umorismo. Così i russi ripetono spesso un simpatico detto popolare che recita: “Ciò che è buono per un russo alla sera, è cattivo per lui al mattino”.

Ridere è senza dubbio la migliore medicina contro tutti i mali, ma una risata da sola non basta. I russi seguono le parole di Paracelso, un famoso omeopata che visse nel sedicesimo secolo: similia similibuscurentur, ovvero “i simili si curino con i simili”. E allora quale rimedio migliore per una sbornia di un bel bicchiere di birra o vodka al mattino? Alcol scaccia alcol. Attenzione però a non superare certi limiti: se al mattino berrete più del dovuto, vorrete bere ancora. E così accadrà anche il secondo, terzo e quarto giorno.

Il drink del giorno dopo viene consumato in diversi modi dai russi. In Siberia, per esempio, lo si beve spesso stando comodamente seduti in una sauna. Ed è anche raccomandabile farsi una doccia di contrasto in acqua fredda. L’unico problema di questi metodi è che, in caso di predisposizione ai disturbi cardiovascolari, potrebbero verificarsi attacchi di cuore o ictus.

Altri rimedi da non tralasciare sono cibi grassi e bevande aspre, come la salamoia di sottaceti o crauti, che aiuta a regolare l'equilibrio di liquidi ed elettroliti nel corpo. Bevande con azione simile alla salamoia sono latte di cavalla, kvas (bevanda russa e ucraina, poco alcolica, leggermente frizzante), yogurt, ayran o thane fatti in casa (bevande a base di yogurt, acqua e sale).

Per disintossicarsi al mattino, i più esperti consigliano anche la carne tritata di manzo armeno, ma i tempi di preparazione sono lunghi: ci vogliono cinque o sei ore per far bollire una coscia di manzo. I più impazienti possono quindi provare qualcosa di più semplice, come un brodo o una zuppa oleosa.

Infine, per chi ha problemi a mangiare uno qualsiasi di questi cibi, non esiste che un solo rimedio: evitare di ubriacarsi durante le vacanze.

Correlati