Superkeko1982

24 Luglio Lug 2014 1712 24 luglio 2014

Roma fa schifo? No, è solo inaccessibile

  • ...

Romafaschifo. Almeno stando all'opinione delle migliaia di fan che su Facebook sostengono la pagina che porta questo nome. Secondo il neo sindaco di New York, Bill De Blasio, in visita nella Capitale ha lodato il collega Ignazio Marino per il suo operato e ha applaudito alla pedonalizzazione dei Fori Imperiali ipotizzando di replicare anche a New York l'idea di chiudere al traffico il centro. Di sicuro il sindaco italo-americano non conosce tutti i problemi di Roma e sarebbe ripetitivo ricordare il cattivo funzionamento delle aziende municipalizzate Atac, Ama e Acea, delle inchieste giudiziario che le riguardano. Roma ormai è come Napoli quanto a immondizia, i mezzi non passano mai e se a questo aggiungiamo il traffico e il degrado delle periferie la frittata è fatta. Ma ciò che De Blasio non sa e che anche molti italiani forse ignorano è che Roma è inacessibile. E si badi bene che non è colpa solo di Marino ma anche delle amministrazioni comunali precedenti, nessuna esclusa.

E' bello, come ha detto l'attuale sindaco, che i turisti possano camminare sulle stesse strade dove ha passeggito Giulio Cesare e tutti i grandi del passato. Peccato solo che per arrivare al Colosseo la maggior parte dei turisti prenda la metro e che, appena fuori, si ritrovi in un marciapiede tutto disastato e invaso da bancarelle abusive. Per i cosiddetti 'normodotati' è solo un inconveniente estetico, per i disabili in carrozzina o per i non vedenti può essere un serio problema. Lo stesso discorso vale per chi intende muoversi a Roma con i mezzi pubblici. Tralasciamo il fatto che di recente molte linee sono state soppresse, soprassediamo sul fatto che nella metà dei bus in circolazione non funziona l'aria condizionata e sulle loro condizioni igieniche, ma perché per i disabili trovarne uno 'accessibile' deve essere un'impresa? In alcuni casi non c'è la pedana per salire, in altri non funziona, in altri ancora se si usa si bloccano le portine e il bus non può proseguire il suo tragitto. Anche una volta saliti, sia che siate in carrozzina o semplici disabili con problemi di deambulazione, non vi basterà chiedere permesso per avere accesso al posto a voi adibito. Spesso vi trovate mamme con la carrozzina dei figli o immigrati con i loro immancabili bustoni di paccotiglie. No, non è razzismo, è la dura realtà, per il disabile non c'è posto.

Poniamo ora il caso che il nostro disabile debba andare a visitare uno tanti palazzi storici del centro che in alcuni non è dotato di ascensore e non lo si può neanche installare perché, a volte, le regole dei Beni culturali lo impediscono. Si deturperebbe l'opera. Comunque no, il palazzo in questione l'ascensore fortunatamente ce l'ha ma per arrivarci che non ce li metti due o tre gradini subito la portineria? E no, pare brutto... Stesso discorso vale per alcuni antichi uffici pubblici. Ma cosa si intende per pubblico? Anche i bar e ristorantanti svolgono a loro modo un servizio pubblico, pur essendo privati, e mi devono ancora spiegare perché molti di questi non sono a norma di legge per quanto riguarda il rispetto dell'abbattimento delle barriere architettoniche. Alcuni sono talmente piccoli che bisogna ringraziare che un bagno ce l'abbiano, altri sono stati costruiti prima che entrassero in vigore certe leggi ed è una fortuna che ne siano dotati. Altri ancora sono inaccessibili, ossia ci si arriva solo attraverso una scala a chiocchiola. Al non vedente col cane, al disabile in carrozzina o a quello con problemi di deambulazione non resta che fare due cose: o farsela addosso o cambiare locale...

Ora, concentriamoci sul secondo caso. Per cambiare locale si deve attraversare la strada e non sempre i marciapiedi romani sono dotati dello scivolo per il passaggio delle carrozzine e, anche nel caso in cui ci sia, spesso è ostruito dalle auto parcheggiate dove non si dovrebbe. Per i non vedenti a Roma sono praticamente assenti i cicalini per non vedenti. Trovare un parcheggio per disabili occupato con regolare contrassegno è un'altra impresa... No, Roma non fa schifo, Roma è semplicemente il più grande museo a cielo aperto...con l'ascensore rotto...