VoxLIBRI

14 Gennaio Gen 2018 0959 14 gennaio 2018

PER QUIETO VIVERE: il nuovo libro di Massimiliano Smeriglio

  • ...

Massimiliano Smeriglio

(scrittore)

Sinossi: 4 giugno 1944. Una donna si getta dal decimo piano di un caseggiato popolare per sfuggire al linciaggio della folla. È la portiera del palazzo che, fedele al regime fascista, con le sue denunce ha provocato la condanna a morte di alcuni giovani partigiani. Settant’anni dopo, il nipote, un uomo superficiale e indolente che ha ereditato il ruolo di portiere nel medesimo stabile, è all’ossessiva ricerca dei responsabili del suicidio della nonna. Sotto il suo sguardo morboso si dipanano le vite dei condomini: un giornalista colpito da una malattia degenerativa accudito amorevolmente dal figlio; un’anziana donna, considerata matta, che cela nella sua follia un terribile passato; un uomo che è al contempo spacciatore pregiudicato e padre premuroso; una bambina enigmatica e solitaria; un padre in fin di vita e un ragazzo addolorato dall’indifferenza che sente per la sorte del genitore. Il portiere osserva e si nutre dei tormenti di questa umanità disgregata, ma quello che prova non è che sprezzante distacco: nel suo cuore c’è posto solo per il rancore. (Per quieto vivere, Fazi Editore, pagg.222 16,00€)

Ambientazione: voto 8 - Un condominio romano e il suo bagaglio di storie, di vite, vicende fanno da sfondo all’ultimo romanzo di Massimiliano Smeriglio, Per quieto vivere, pubblicato da Fazi Editore. Un condominio tale da contenere le evoluzioni di un piccolo paese. Una storia che oscilla tra le trame del passato (1944) e i nodi del presente (2015). Una storia in cui nessuno è in pace. Tutta la vita che scorre nelle case non è già una trama avvincente? E ancora: ve lo immaginate Massimiliano calmare gli animi bollenti durante una riunione di condominio?

Personaggi: voto 8 – Diversi sono i personaggi che “animano” il condominio e che incontriamo in ogni capitolo: un giornalista affetto da una malattia degenerativa e suo figlio, un'anziana, un uomo spacciatore e padre premuroso e un altro indifferente alla morte del genitore, una coppia gay, una tranquilla famiglia di senegalesi, un ferroviere. Si salutano sulle scale, si incontrano negli ascensori, si scambiano una parola o si ignorano del tutto. Scene di ordinaria quotidianità. Tutto accade sotto lo sguardo attento, ossessivo del portiere. È lui che fa da leitmotiv al romanzo: è il nipote della portiera che morì suicida nel lontano giugno del 1944. Un uomo anaffettivo, che vive di odio e di rancore, tormentato dal passato e dall’insaziabile sete di vendetta.

«Non so chi mi abbia insegnato a camminare, so per certo che a pedalare, a cadere, a ricominciare, ho imparato da solo. Come tutte le cose importanti della vita. Tranne il nodo alla cravatta che non ho mai voluto imparare. Un rito che spetterebbe ai padri. Così, quelle due o tre cravatte che non metto quasi mai le tengo con il nodo già fatto nell'armadio, impiccate a una stampella, tanto per ricordarmi ogni santo giorno che ci sono ferite che non si chiudono e nodi che non si sciolgono».

Sono tutte anime fragili, dannate, infelici, segnate dalla vita e abbandonate al loro destino. Sarà solo una misteriosa e solitaria ragazzina di tredici anni, a darci una speranza “per quieto vivere”.

copertina libro

Giudizio – voto 9 - Massimiliano Smeriglio (già vicepresidente della Regione Lazio, giornalista, docente universitario, scrittore) ci conduce nella società odierna e i suoi problemi sorpassando "il quieto vivere", mostrandoci le inquietitudini più profonde del nostro tempo. Affronta il tema del dolore, della malattia, della solitudine, del rapporto conflittuale padre-figlio, dell’uso e abuso dei social network. La sua scrittura così diretta, popolare (nell'accezione più nobile del termine) si contorce, magistralmente, fino a salire su, nei cuori dei lettori che abiteranno il suo romanzo, come condomini appassionati e malinconici.

Consiglio all’acquisto: SI, "quietamente" consigliato! - Attratto dalla copertina che ricorda Il quartiere di Vasco Pratolini e dal titolo che, come un grillo parlante, mi chiede cosa farei per quieto vivere!

Per essere recensiti, inviare copia cartacea a:

voxLIBRI - via L. Berlingieri 84 - 75025 Policoro (mt)

Correlati