VoxLIBRI

18 Gennaio Gen 2018 0800 18 gennaio 2018

ESERCIZI DI MEMORIA: Andrea Camilleri ci aiuta a conoscere l'Italia

  • ...

Andrea Camilleri

(scrittore)

Sinossi: “Ogni mattina alle sette, lavato, sbarbato, vestito di tutto punto mi siedo al tavolo del mio studio e scrivo. sono un uomo molto disciplinato, un perfetto impiegato della scrittura. Forse con qualche vizio, perché mentre scrivo fumo, molto, e bevo birra. E scrivo, io scrivo sempre”. Questo è Camilleri. Poi a novant'anni arriva il buio. E così come non era terrorizzato dalla pagina bianca, combatte anche l'oscurità della cecità e inizia a dettare. La sua produzione letteraria trova nell'oralità una nuova via per raccontare le sue storie. Ma se forte era la sua disciplina prima, lo è ancora di più oggi che può contare esclusivamente sulla sua memoria. E quindi occorre tenerla in esercizio: osservare nei dettagli i ricordi, rappresentarsi nella mente le scene. Quelli qui pubblicati, come dice lui, sono i compiti per l'estate: 23 storie pensate in 23 giorni, che raccontano come nitide istantanee la sua vita unica e, sullo sfondo, quella de nostro Paese. La memoria qui non è mai mi appesantita né dalla malinconia né dal rimpianto. Per questo Camilleri ha chiesto a chi parla attraverso i colori, le forme e i volumi di rendere il suo esercizio più godibile, più leggero, più spettacolare. (Esercizi di memoria, Rizzoli pagg.240 18€)

Ambientazione: voto 7 - E’ sul Monte Amiata, a sud di Siena, che il padre del commissario Montalbano dà vita al suo libro Esercizi di Memoria. Le sue ferie d’agosto si trasformano in ricordi, istantanee di vita partendo dalla sua infanzia passando per la gioventù, fino agli avvenimenti più recenti. A trasferirli su carta la fedelissima Isabella Dessalvi: perché il Maestro ha perso la vista ma non la voglia di raccontare!

“L’ideale della mia scrittura è di farla diventare un gioco di leggerezza, un intrecciarsi aereo di suoni e parole. Vorrei che la mia scrittura somigliasse agli esercizi acrobatici di un’acrobata che vola da un trapezio all’altro facendo magari un triplo salto mortale, sempre con il sorriso sulle labbra, senza mostrare mai la fatica, l’impegno quotidiano, la presenza del rischio che hanno reso possibili quelle evoluzioni. Se la trapezista mostrasse la sua fatica per raggiungere quella grazia lo spettatore certamente non godrebbe dello spettacolo”

Personaggi: voto 8 - Giganti della letteratura (Vincenzo Cardarelli, Luigi Pirandello), del teatro (Eduardo De Filippo, Pietro Sharoff), del cinema (Michelangelo Antonioni) si alternano a volti-per noi poco noti- ai quali Camilleri ha voluto dedicare alcune descrizioni. C’è anche l’incontro indimenticabile con alcuni membri della Banda criminale di Salvatore Giuliano. Il boss, esecutore - qualche anno dopo-della strage di Portella della Ginestra, incuteva già paura nel 1944: “Io che mi sentivo molto confuso, riuscii a riordinare le idee e spiegargli che stavo andando a Palermo per dare un esame all’università.”

copertina libro

Giudizio: voto 8 - 23 racconti che hanno delineato non solo la vita personale dello scrittore di Porto Empedocle, ma anche la storia di un intero Paese: dalla guerra al fascismo fino ai primi rifornimenti di acqua ed elettricità nelle case degli italiani. La memoria attraverso una scrittura fluida, accessibile a tutti, e i disegni, elaborati da sei illustri disegnatori italiani (Gipi, Alessandro Gottardo, Lorenzo Mattotti, Guido Scarabottolo e Olimpia Zagnoli) hanno trionfato senz’altro sulla cecità.

Consiglio all’acquisto: Si! Migliorare la nostra memoria è davvero possibile con questi esercizi!

Per essere recensiti, inviare copia cartacea a:

voxLIBRI - via L. Berlingieri 84 - 75025 Policoro (mt)

Correlati