Zibaldone43

20 Giugno Giu 2014 0730 20 giugno 2014

Mondiale, l'Uruguay ridimensiona la vittoria dell'Italia sull'Inghilterra

  • ...

L'esultanza di Suarez dopo l'1-0 all'Inghilterra.

Quello che proprio non ci voleva all'Italia è successo. L'Uruguay ha fatto nera l'Inghilterra nella seconda partita del girone D del Mondiale 2014, per giunta con lo stesso risultato degli Azzurri (2-1). E anche se il successo dei sudamericani in teoria non deve preoccupare l'Italia più di tanto, in realtà è una mazzata. Almeno sotto il profilo psicologico.
IMPRESA RIDIMENSIONATA. Perché chi credeva di aver compiuto l'impresa battendo 2-1 gli inglesi nella fornace di Manaus, ora deve rivedere i contorni di quel successo. Significa che l'Inghilterra non è poi questa squadra irresistibile. E che quella dell'Italia non è stata davvero un'impresa.
ORA VIENE IL DIFFICILE. Per dirla con un sillogismo di Aristotele - anche se il calcio non è scienza né filosofia - si può dire: la Costa Rica batte l'Uruguay; l'Uruguay batte l'Inghilterra; dunque la Costa Rica è più forte dell'Inghilterra. E vuoi vedere che diventerà un osso duro anche per l'Italia? Ecco perché quella vecchia volpe di Cesare Prandelli l'ha definita la squadra più pericolosa del nostro girone.
L'URUGUAY È RISORTO. Certo, si può sempre obiettare che gli inglesi hanno patito lo schiaffone che l'Italia gli ha rifilato e con l'Uruguay ne abbia pagato le conseguenze. Ma è pur vero che i sudamericani erano reduci dal ko - ben più pesante - contro la Costa Rica (però Suarez, uomo partita con gli inglesi e autore della doppietta vincente, non c'era all'esordio).
L'OSTACOLO COSTA RICA. Insomma, nella notte tra sabato 14 e domenica 15 il Paese era in delirio per il trionfo contro la banda di Roy Hodgson. Ora s'è capito che l'Inghilterra ha già praticamente un piede fuori dal Mondiale senza neppure essere passata dagli scontri diretti.
NON DEMORALIZZARSI. Contro la Costa Rica, per la nostra Nazionale, è ora dura scendere in campo pensando di avere le carte in regola per arrivare fino in fondo. O per lo meno di averle già in mano.
Ma Prandelli, che da mesi si studia il calendario dell'Italia, sapeva già tutto: così si spiega il motivo per cui ha chiesto agli Azzurri di tenere alta l'attenzione. L'Inghilterra era un allenamento, contro la Costa Rica si fa sul serio.

Twitter @Dario_Colombo

Correlati