Zibaldone43

2 Settembre Set 2014 2100 02 settembre 2014

Foto delle star nude, Lawrence e Upton: per essere caste bisogna essere caute

  • ...

La star di Hollywood Jennifer Lawrence.

I Romani, che di certe cose se ne intendevano, alle star vittime degli hacker guardoni capaci di spiattellare al mondo le nudità delle celebrità, avrebbero detto: «Nisi caste, saltem caute». Che, tradotto più o meno fedelmente, in italiano suonerebbe così: «Se proprio non vuoi essere casto, almeno sii cauto».
OCCHIO ALLA PRIVACY. Come dire che la castità - ma ci si può aggiungere la fedeltà - è una virtù per pochi eletti (o per masochisti?) e quindi, visto che la stragrande maggioranza degli umani amerà trasgredire pur volendo apparire senza peccato, il suggerimento è di fare attenzione a quello che si combina.
Ma non solo fuori di casa, dove oggi al posto dei mille occhi dell'epoca romana cui niente sfuggiva, ci sono truppe di paparazzi pronti a immortalare il topless del ministro o la smagliatura di governo. Anche tra le mura amiche si deve fare attenzione. Ed essere cauti.
SCATTI PERICOLOSI. Lo scatto senza veli, la foto osé al limite della pornografia (a chi non è sfuggita, per esempio, l'immagine di Kate Upton prona sul letto in fase post coitum di un poco galante partner che all'apice del piacere s'è fatto trovare con l'iPhone di lei tra le mani?) rientrano certo nel diritto di chiunque di far ciò che si vuole nell'intimità. Ma nell'epoca del digito ergo sum, c'è sempre il pericolo che tutto quanto abbia forma digitale finisca tra le mani sbagliate. Poi la giustizia ogni tanto fa la sua parte, come nel caso dell'hacker che ha svelato il lato segreto di Scarlett Johansson condannato a 10 anni di prigione e circa 76 mila dollari di risarcimento. Intanto, però, il lato B e le forme prosperose dell'attrice erano già di pubblico dominio.
MEGLIO ESSERE CAUTI. Ecco, il segreto per non diventare vittime degli smanettoni e dei guardoni è tutto nel detto dei Romani.
Care star, non vi diciamo di essere caste (noi vi vogliamo proprio come ci avete fatto vedere di essere), ma se ci tenete a un briciolo di privacy (sempre che non vi siate vendute alla prima rivista patinata di turno) è meglio essere caute. O meglio: «Nisi caste, saltem caute».

Twitter Dario_Colombo