21 Febbraio Feb 2017 1436 21 febbraio 2017

Come insegnare al cane a fare il morto

  • ...

Insegnare movimenti e comandi al proprio cane è un hobby molto diffuso. Permette di passare del tempo con il proprio amico e rafforza il legame d'affetto e amicizia. I comandi base dal quale partire per poter passare a step più difficili sono: "seduto", "zampa" e " a terra".

Una volta che questi comandi sono stati acquisiti, si può passare a "fai il morto". Alcuni preferiscono affidarsi a dei professionisti, sopratutto per i cani più difficili o con problemi comportamentali. Spesso ci si affida a loro per insegnare al cane a non fare i bisogni in casa o se tende ad abbaiare eccessivamente. Molti, al contraio, trovano particolarmente stimolante e gratificante occuparsi in prima persona dell'addestramento del proprio cane.

La tecnica

Fare il morto, per il cane, significa assumere la posizione sdraiata su un lato restando immobile, fingendosi, appunto, morto. La posizione di partenza dal quale partire è "a terra". Attraverso bocconcini e ricompense, si deve cercare di convincerlo a buttarsi sdraiato su un lato. Praticamente il cane segue il movimento della mano (nel quale si tiene la ricompensa che gli è stata mostrata), che compie un semicerchio verso l'alto nella direzione in cui lo si vuole far rotolare. Una volta che il cane è sdraiato, si allunga verso l'esterno la mano per farlo stendere e allungare bene. Finito l'esercizio si premia con il bocconcino.

La posizione della testa è molto importante e il movimento rotatorio che compie è quello fondamentale per far si che si finga morto. La punta del naso deve eseguire un arco fino a raggiungere un terzo della lunghezza del cane, così che può perde l'equilibrio sulla zampa e lasciarsi cadere.

Consigli e trucchetti


Come è chiaro, è fondamentale aiutarsi con una ricompensa per far si che il cane ci ascolti. Utile anche ripetere più volte lo stesso esercizio a più riprese e in diverse occasioni.

Conoscere bene il proprio amico è importante: studiarne la psicologia e il comportamento creerà un rapporto di maggior fiducia e sarà più facile insegnarli ciò che si desidera. La pazienza poi è fondamentale, non innervosirsi è raccomandato perchè i cari amici a 4 zampe lo sentirebbero e sarebbero meno propensi all'addestramento.

Nella stessa misura è importante che effettuino gli esercizi in un posto sicuro e tranquillo, senza distrazioni, cosicchè ci si possa concentrare esclusivamente sull'addestramento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati