22 Marzo Mar 2017 2030 22 marzo 2017

Accoppiamento cani, come funziona

  • ...

Sono i migliori amici dell’uomo, eppure sono in pochi a chiedersi come funziona l’accoppiamento dei cani. Normalmente si va direttamente in negozio o in allevamento, magari al canile, e si prende un cane già nato, senza alcuna partecipazione al processo di nascita dell’animale.

Tuttavia può essere interessante capire come funziona l’accoppiamento dei cani, sia per comprendere al meglio il comportamento del proprio animale domestico, sia per eventualmente procedere al meglio se si decide di farlo accoppiare.

L’accoppiamento dei cani funziona attraverso fasi precise

La cagna va in calore mediamente due volte all’anno, all’incirca ogni sei mesi, e questa fase dura dagli otto ai dieci giorni, durante i quali i cani maschi sono fortemente attratti dalle cagnoline e cercano in tutti i modi di accoppiarsi.

La cagna di solito si accoppia con il cane maschio proprio al decimo giorno del periodo di calore, tuttavia capita spesso che prima di concedersi debba conoscere l’esemplare maschio. Prima dell’accoppiamento dei cani, vi è un processo di vero e proprio corteggiamento, in cui gli animali si annusano, leccano, giocano insieme. Dopo ciò, il maschio monta la cagna e la copulazione può durare dai dieci ai trenta minuti.

Quando la cagna resta incinta, la gestazione dura circa sessantre giorni, periodo che varia a seconda della razza, ma anche a seconda del numero di feti e di alimentazione. Per questo motivo, non è possibile stabilire con sicurezza il giorno del parto, tuttavia si può intuire dal comportamento della futura madre, che comincia a cercare un luogo appartato e adatto al parto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso