22 Maggio Mag 2017 1734 22 maggio 2017

Cosa fare se il gatto miagola di notte

  • ...

Il mondo dei gatti è davvero affascinante, e lo è ancor di più se si cercano di capire alcuni dei loro comportamenti che utilizzano per comunicare un loro stato d’animo o la richiesta di un bisogno al proprio padrone.
I gatti sono conosciuti per il loro carattere talvolta selvaggio e talvolta dolce, ma comunque possono presentare un temperamento che è difficile comprendere dagli umani. In particolare, quello che l'uomo fa di giorno, il gatto lo può fare di notte, sconvolgendo inevitabilmente i piani del sonno e della tranquillità notturna. Se il gatto, durante le ore di buio, presenta un comportamento fin troppo fastidioso, con miagolii continui che destabilizzano il riposo, allora è opportuno comprendere le motivazioni dello strano comportamento, facendo caso anche alle più comuni richieste d'attenzione:

Assenza di cibo e acqua

Il primo rimedio immediato, se il gatto miagola di notte, è quello di riempire la zona ristoro: assicurarsi di cambiare l’acqua prima di andare a dormire, manterrà la qualità di questa per tutte le ore notturne. Importante fare anche un refill di croccantini, l’amico felino potrebbe apprezzare uno spuntino di mezzanotte. Fondamentale è dare un senso di routine al nostro amico a quattro zampe, predisporre degli orari prestabiliti per il rifornimento cibo, aiuterà sicuramente a dargli un rigore al senso del tempo (anche quello notturno).

Richiesta d'attenzioni

Nonostante il gatto sia molto più indipendente e solitario del cane, anch’esso ha bisogno di attenzioni che non devono mai mancare. Giocarci prima di coricarsi può risultare utile per tentare di fargli cosumare qualche energia in più. Un' altra importanza è data dalla casa: essa deve essere funzionale ai bisogni che richiede; non dare quindi per scontato che il gatto si ambienti in tutti gli spazi, ma cercare di rendere l'abitazione interessante, attraverso qualche passatempo da non far mancare. Un tiragraffi può essere il miglior esempio di svago, ma anche dei semplici giochi di feltro, un gomitolo o delle scatole apposite, per far sfogare il divertimento diurno e sperare in un comportamento notturno perlomeno gestibile.
Non dimenticare che l’ambiente della casa è lo spazio vitale dei felini, cercare quindi di adattare lo spazio che lo circonda ai loro stimoli.

Stagione degli amori

Con l’arrivo della primavera e fino ad autunno inoltrato, i gatti maschi potrebbero assumere degli strani comportamenti come continue vocalizzazioni. Questo succede se sentono nei paraggi una gatta in calore, ed esprimeranno tutta la loro eccitazione attraverso dei miagolii insistenti, anche nelle ore notturne. Se invece il gatto è una femmina, i miagolii e i comportamenti strani saranno più strazianti, data appunto la condizione di estro che perdura per qualche giorno.
Un controllo dal veterinario può comunque eliminare ogni dubbio.

Esternazione di uno stato di stress

Il miagolio notturno può rivelarsi un campanello d’allarme per lo stato d’animo del gatto.
Gli animali da compagnia come i gatti, sono da considerare dei veri e propri partners.
Se c’è qualcosa che non va nella condizione psicologica del loro umano, allora saranno i primi ad accorgersene. In particolare se si è davanti ad un cambiamento, fatto di nuovi incontri, nuove disposizioni d’arredo, nuovi arrivi (anche bambini), o qualsiasi fattore che porti ad una modifica, il gatto potrebbe viverlo come una rivoluzione che potrebbe portare allo stravolgimento della sua routine. Il consiglio è quello di far vivere il cambiamento in modo graduale e comunque mai in modo drastico, se ciò è inevitabile è necessario armarsi di pazienza e tempo per far abituare nuovamente il micio.

Possibili malattie

Se il gatto miagola davvero troppo e nessun accorgimento riesce a tranquillizzare la situazione è bene affidare le cure ad un veterinario di fiducia. Un controllo in più non guasta mai, soprattutto se è un gatto giovane, o peggio, anziano. Potrebbe essersi fatto male o avere qualche infezione da curare con antibiotici, o comunque qualche principio di malattia da non trascurare. Non ignorare mai queste possibili richieste d’attenzione, un controllo in più è sempre meglio di uno in meno.
Come comune denominatore vi è da tenere presente l’età, la razza e la condizione generale di vita del gatto. Se il gatto miagola durante la notte sta esternando un messaggio che vuole comunque far cogliere.
Indubbiamente una visita da un veterinario è la scelta migliore per fare luce e arrivare ad una soluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati