25 Maggio Mag 2017 2205 25 maggio 2017

Cosa fare se muore un cane in casa

  • ...

I cani domestici, si sa, diventano parte integrante della famiglia. Proprio per questo, quando ci lasciano, resta un vuoto incolmabile. La maggior parte delle persone cerca di pensare il meno possibile all’eventualità che il proprio cane possa venire a mancare ma, può essere utile sapere come bisogna comportarsi in quel caso. Ecco tutto quello che c’è da sapere su cosa fare se muore un cane in casa.

Cosa fare se il cane muore in casa?

Se la morte in questione è già prevista, come nel caso di un cane anziano malato da tempo, è consigliabile avvisare il veterinario in modo che ne possa verificare il decesso. Se il cane aveva un tatuaggio o un microchip, il veterinario rilascerà un certificato di decesso da portare, entro 15 giorno dalla data della morte, al Servizio Veterinario della propria Asl.

Dove mettere il corpo?

Quando muore il proprio cane domestico, si può anche seppellire. Se si ha un giardino, e il cane non è morto per una malattia infettiva che possa contaminare le falde acquifere, si può scavare buca profonda in modo che gli altri animali non possano disseppellirlo. In alternativa si può portare il corpo dal veterinario che dovrebbe essere in contatto con le ditte che si occupano della cremazione dei cadaveri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati