30 Maggio Mag 2017 1646 30 maggio 2017

Come lavare un cane che ha paura dell'acqua

  • ...

Partiamo col chiarire che i cani non hanno solitamente paura dell’acqua e per natura sanno nuotare. Esistono infatti razze che amano molto nuotare e addirittura alcune, come il Terranova, che sono utilizzate nel salvataggio delle persone in mare. Detto questo è però vero che ogni cane ha una storia a sé e molti esemplari che dimostrano timore di fare il bagno è probabile che abbiano subito una qualche sorta di trauma nel loro passato. Tuttavia non possiamo fare a meno di fare il bagno ai nostri amici a quattro zampe: il cane andrebbe lavato almeno una volta al mese, se vive in appartamento e anche più spesso se vive totalmente o in parte all’aperto. Come dobbiamo comportarci dunque?

Portarli al mare e nell’acqua bassa

Quando adottiamo un cane, sia esso adulto o ancora cucciolo, un buon sistema per fargli avere un approccio positivo con l’acqua è quello di portarlo al mare e fare con lui lunghe passeggiate sul bagnasciuga in modo che le onde gli tocchino le zampe. Se l’animale apprezza possiamo passare al livello successivo che è quello di giocare con lui lanciandogli in acqua il classico legnetto. Il problema maggiore che si ha con i cani è però quello di affrontare il vero bagno che deve avvenire in casa con regolarità.

Vasca da bagno, getti d’acqua e premietto: creare la tranquillità

Se portiamo a casa un cucciolo sarà senz’altro più facile abituarlo al bagnetto ma dobbiamo comunque seguire i principi che valgono per il cane adulto. Innanzitutto se l’animale è di piccole dimensioni è consigliabile lavarlo in una bacinella o addirittura nel lavandino. Per i cani più grandi invece è caldamente consigliata la vasca da bagno, mai la doccia (che col suo getto verticale può spaventare l’animale). Nella vasca il cane va posto su un tappetino antiscivolo e deve trovarsi con le zampe in poca acqua bassa. Siccome esso deve essere ben insaponato e strofinato è consigliabile, mentre lo facciamo, parlarli con un tono dolce e pacato o farlo giocare con appositi pupazzi per cani in gomma in modo che si distragga. Quando lo sciacquiamo, poi, stiamo attenti a non fargli finire l’acqua negli occhi. Far vivere al cane quello del bagno come un momento di gioco o di coccole speciali è estremamente importante per far sì che l’animale sia in piena tranquillità e in completa fiducia verso il proprietario. Se il cane è timoroso ma si comporta bene durante le procedure del bagno possiamo anche premiarlo con un bocconcino saporito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati