23 Aprile Apr 2017 1133 23 aprile 2017

Dieta dopo Pasqua

  • ...

Chi a Pasqua non ha esagerato, cedendo alla tentazione di uova di cioccolata, Colombe, pastiere, agnello, lasagne e altri piatti tipici del periodo?

Finite le feste pasquali allora cosa fare per rimettersi in forma e affrontare la prova costume oramai alle porte?

Dieta alimentare

Nulla di così complicato:

  • Prima cosa da fare sarà innanzitutto buttarsi alle spalle il cioccolato e altri cibi deleteri come dolci, riducendo inoltre gli eccessi di carboidrati soprattutto nei pasti serali lasciando invece spazio a cibi di stagione come fave, piselli, broccoli, insalate, cavolfiori asparagi, finocchi.
  • Essenziali saranno i metodi di cottura, da preferire quelli alla piastra e al vapore.
  • Si ad una dieta colma di vitamine per espellere le impurità: mele, arance chiwi sono tra i frutti consigliati.
  • Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.
  • Attenzione per i primi tre giorni a non superare le circa 850 calorie dopodicchè per i successivi dieci giorni basterà non superare le 1200 calorie al giorno.

Alcuni accorgimenti

  • Da ricordarsi che i primi giorni di dieta sono quelli in cui l’organismo perde di più peso in quanto si espellono i liquidi che ristagnano nel nostro corpo. Quindi no a tagli drastici se si tratta solo di aver esagerato nel periodo pasquale ma piccole attenzioni che faranno tornare al normale peso forma.
  • Ovviamente la dieta dovrà essere affiancata se possibile da una quotidiana attività fisica che aiuterà ad accelerare il metabolismo bruciando più rapidamente le calorie assunte.
  • No al digiuno: molti credono che saltare i pasti aiuti a smaltire le calorie in eccesso più velocemente ma è l’errore più grande che si possa fare perché va piuttosto a bloccare il metabolismo.
  • Sarà utile annotarsi tutto ciò che si mangia durante il giorno compresi gli spuntini per tenere sotto controllo l’alimentazione quotidiana ed eventuali strappi alla regola.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati