26 Aprile Apr 2017 1145 26 aprile 2017

Cosa usare per fare i fumenti

  • ...

Raffreddore e mal di gola sono fra i disturbi più comuni durante l’inverno ma anche nella prima parte della primavera, quando la temperatura oscilla e il tempo è ancora incerto. Possiamo trovare sollievo usando dei rimedi naturali, semplici da preparare, che ci consentono di evitare un eccessivo utilizzo di farmaci. Il metodo più diffuso ed efficace è quello dei fumenti (o suffumigi), ovvero dell’inalazione attraverso naso e bocca, di vapori caldi che liberano le vie respiratorie.

Raffreddore e naso chiuso

Il bicarbonato è un prodotto che possiede molte proprietà salutari per il nostro organismo. Praticare i suffumigi con esso può quindi essere estremamente efficace. Basta riempire una pentola d’acqua, portarla a bollore e sciogliervi un cucchiaio di bicarbonato. A questo punto ci si esporrà ai vapori coprendo la testa con un asciugamano e respirando profondamente dal naso e dalla bocca per 5 minuti.

Se il trattamento sarà ripetuto due volte al giorno dovrebbe essere efficace molto velocemente. Se soffriamo anche di mal di gola, il rimedio perfetto sono i fumenti all’olio essenziale di eucalipto. Quest’ultimo può essere comodamente acquistato in erboristeria e ne sono sufficienti 4-5 gocce per ogni litro d’acqua. L’eucalipto può essere tranquillamente usato in combinazione con il bicarbonato.

La sinusite

Un altro disturbo frequentissimo in questa stagione è la sinusite. Si tratta di un problema che condiziona tutte le attività quotidiane e per questo è importante riuscire a contrastarla, oltre che con i farmaci prescritti dal medico, anche con rimedi casalinghi. In questo caso possiamo fare dei fumenti con il bicarbonato, come indicato sopra, spalmando sui lobi frontali, sugli zigomi e sulle guance un po' d'olio di semi di lino e sciogliendo nell’acqua anche del gel balsamico.

Un altro tipo di fumento è quello che prevede l'inalazione di aglio e aceto di mele. Basta prendere 2-3 spicchi d'aglio, schiacciarli e metterli in una pentola con sopra l'aceto. Si versa poi sopra l'acqua bollente (circa 1-2 litri) e inalarne i vapori prodotti. L'inalazione deve essere piuttosto prolungata per sortire gli effetti voluti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati