30 Aprile Apr 2017 0924 30 aprile 2017

Massaggio californiano cos'è

  • ...

Il massaggio californiano, o massaggio sensitivo, nasce intorno agli anni ’70 in un istituto di Big Sur, vicino a San Francisco in California.
Analizzato da diversi studiosi di Scienze sociali, seguendo un approccio olistico, ovvero considerando il corpo come una totalità non scissa, il suo utilizzo è stato associato a sedute di psicoterapia per favorire i militari Usa in ritorno dalla guerra del Vietnam colpiti dai forti traumi psicomotori.

Tecnica del massaggio californiano

La tecnica innovativa di questo massaggio vuole far richiamare al paziente i movimenti delicati e avvolgenti che riserva la madre al proprio bambino: si cerca di far rivivere la memoria infantile fisica del paziente, offrendogli un senso di sicurezza e protezione tipico dell’approccio materno.
Il concetto principale che si vuole esprimere con questa tipologia di massaggio è la sensualità nei gesti, nonché la lentezza dei movimenti che devono portare al paziente un totale stato di relax, che verrà raggiunto in modo graduale grazie all’eccitazione delle terminazioni nervose che verranno stimolate lentamente con l’aiuto di oli essenziali profumati.

L’atmosfera come chiave del massaggio

Per eseguire al meglio il massaggio californiano è necessario preparare un’atmosfera rilassante, fatta di luci soffuse e musica stile New Age.
Molto importante le scelte di profumazione nell’aria: consigliato è il profumo di candele al sandalo o al gelsomino che inducono un senso di tranquillità, ma nello stesso tempo risvegliano tutti e 5 i sensi.
Il massaggio può essere fatto in tutte le parti del corpo, dai piedi alle mani, e può durare 1 o 2 ore circa.
Le mani del massaggiatore devono essere calde ed energiche per poter sciogliere qualsiasi tensione.
Chiave di un buon massaggio è infatti il calore energetico che deve essere trasmesso da corpo a corpo per favorire al paziente uno stato di totale relax.

Fare un bagno prima di sottoporsi al massaggio

Il paziente, prima di stendersi sul lettino, dovrà aver fatto un bagno di circa 20 minuti per poter togliere dalla pelle eventuali creme che andrebbero a condizionare negativamente la fase di applicazione di oli profumati, indispensabili allo scioglimento muscolare.
Un bagno caldo infatti è un ottimo pre rilassante, che predispone i muscoli ad un riequilibrio nervoso, necessario per far condurre al massaggiato un’esperienza di totale distensione e rilassamento.

Il rituale


L’interessato dovrà stendersi sul lettino in posizione prona, nudo o semi nudo. Dopo di chè, il massaggiatore appoggerà un asciugamano caldo sulla parte di pelle da non trattare.
E’ necessario presentarsi senza indumenti in quanto questo tipo di massaggio coinvolge diverse parti del corpo che devono essere libere da qualsiasi fastidio indotto dal vestiario.
Il massaggio inizia con leggere pressioni eseguite con entrambe le mani, con movimenti delicati, distensivi e di scioglimento muscolare.
Importante alternare movimenti aggraziati a manipolazioni muscolari più decise e vigorose per riuscire a far defluire al meglio la circolazione sanguigna.
Quando il paziente avrà un ritmo respiratorio più lento e tranquillo e i battiti cardiaci inizieranno a diminuire, si passa all’utilizzo di oli essenziali che inebrieranno il paziente e gli daranno un senso di calma ed energia positiva. Si ripete il rituale facendo girare la persona in posizione supina, insistendo sui punti più critici e d’interesse. È importante sapere che questo tipo di massaggio può coinvolgere ogni area del corpo, dalla schiena, alle mani, alla testa e perfino le palpebre.

Benefici fisici e psicologici

Questa tecnica di massaggio è molto famosa perché riesce ad apportare dei benefici immediati al corpo, in particolare stimola il corretto funzionamento linfatico e circolatorio, combatte l’ipertensione arteriosa favorendo la fluidità della circolazione sanguigna.
Ha inoltre poteri benefici sull’apparato digerente favorendo la digestione e l’eliminazione delle tossine. Garantisce risultati incredibili sulla cellulite, che viene eliminata grazie al trattamento manipolatorio delle zone più critiche. Il massaggio californiano è utilizzato per ridurre le tensioni e contratture migliorando la pelle che risulta assai più idratata ed elastica.
Per quanto riguarda il benessere psicologico, il massaggio californiano, se attuato in più sedute, ha il potere di agire sulla sicurezza di sè, aiutando a combattere gli attacchi di panico, lo stress da lavoro, l'insonnia e perfino la depressione.Riequilibra il sistema nervoso ed ha un effetto energizzante per mente e corpo che ritrovano la serenità grazie ad una rivoluzione dello stato psicofisico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati