10 Maggio Mag 2017 1134 10 maggio 2017

Come eliminare il grasso viscerale

  • ...

Il grasso viscerale (o grasso addominale) è quello che si forma nella cavità addominale distribuendosi fra gli organi interni presenti nel tronco. È diverso da quello sottocutaneo e da quello intramuscolare ed è il più pericoloso per la salute.

Infatti, da una ricerca della Società Europea di Cardiologia del 2012 è emerso che avere un indice di massa corporea normale ma alta obesità addominale aumenta notevolmente il rischio di patologie cardiovascolari. Il controllo del grasso accumulato sulla pancia sarebbe quindi più importante del controllo dell’indice di massa corporea. Come fare dunque a ridurre questo grasso?

Ridurre i grassi con l’alimentazione

Uno dei modi più efficaci di ridurre il grasso viscerale è quello di modificare la propria alimentazione. Innanzitutto riducendo il consumo di fruttosio. Il fruttosio “nocivo” non è quello presente nella frutta ma quello che si nasconde negli alimenti trasformati e nelle bevande.

Bisogna, per quanto possibile, evitare alimenti trasformati e consumare invece cibi biologici preferibilmente integrali, meglio se cucinati in casa. È bene quindi non consumare:

  • dessert a base di grano (torte, biscotti, ecc.)
  • bevande gassate (anche dietetiche) e succhi di frutta industriali
  • cereali per la colazione fast food
  • pane bianco, riso bianco, farina bianca, zucchero bianco, pasta bianca, edulcoranti artificiali nascosti in molti preparati industriali.

È un bene invece aumentare il consumo di alimenti ricchi di Omega3.

Le attività giuste per ridurre il grasso

Ad un’adeguata alimentazione è sempre necessario abbinare del movimento per attivare il metabolismo.

Andare in bici (anche in palestra) e fare lunghe camminate sono senz’altro attività che ci aiutano a smaltire il grasso addominale. Se non si ha molto tempo pazienza: l’importante è essere fisicamente attivi con costanza anche se per poco tempo al giorno.

Un nemico della dieta è lo stress, che ci fa mangiare compulsivamente nei modi e nei momenti sbagliati (per esempio saltare i pasti o mangiare di notte). Per questo bisogna cercare di combatterlo.

Infine per evitare l’accumulo di grassi dobbiamo dedicare molta attenzione al sonno. Otto ore di sonno continuativo sono l’ideale, ma se non si riescono a raggiungere è comunque meglio evitare pisolini durante la giornata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso