10 Maggio Mag 2017 1127 10 maggio 2017

Singhiozzo rimedi naturali

  • ...

Il singhiozzo è determinato da una contrazione involontaria del diaframma che si ripete in modo insistente. Tale spasmo avvia l'atto di inspirazione ma esso viene interrotto bruscamente dalla chiusura della glottide provocando un rumore caratteristico.

Le cause del singhiozzo sono tutte imputabili ad alterazioni del nervo frenico, quel nervo che si origina dalle radici spinali e innerva il diaframma. Il singhiozzo può verificarsi a seguito della repentina dilatazione dello stomaco, dopo bruschi sbalzi di temperatura, in caso di ingerimento non corretto di liquido (ad esempio quando si consumano bevande gassate), stress o forte eccitazione.

Nei neonati il singhiozzo è più frequente ed è causata dall’ingestione eccesiva d’aria. Può avvenire a seguito di una crisi di pianto o con il reflusso gastro-esofageo, soprattutto nei bimbi particolarmente voraci.

Succo di limone, sacchetti di carta e lobi auricolari

Ma ecco alcuni suggerimenti su come far passare il singhiozzo in modo naturale. Il primo è quello di somministrare un cucchiaino di succo di limone. I bambini però non ne gradivano il sapore aspro, per questo venne aggiunto un po’ di zucchero. Oggi quindi si mangia un cucchiaino di zucchero (con poche gocce di limone) che pare riesca a “distrarre” le terminazioni nervose.

Un altro suggerimento è quello di respirare per un po’ in un sacchetto di carta: bisogna fare profondi respiri accumulando nel sacchetto anidride carbonica, che sembra possa dare sollievo.

Un altro rimedio della tradizione è quello di appoggiare i palmi delle mani sulle orecchie e premere i lobi tra il pollice e l’indice. Con questa tecnica si dovrebbero stimolare le terminazioni nervose coinvolte nel singhiozzo.

Acqua e respiro

Un consiglio molto comune che viene dato a chi ha il singhiozzo è quello di bere acqua: possibilmente un bicchiere a piccoli sorsi tappando il naso. Un altro metodo è quello di trattenere il respiro per almeno 20 secondi gonfiando l’addome quindi sforzando il diaframma.

Se soffriamo di singhiozzo frequente possiamo prevenire questo disagio ricordandoci di mangiare a piccoli bocconi.

Se siamo da soli invece possiamo provare ad eruttare (se non siamo in grado di farlo da soli aiutiamoci bevendo poca acqua frizzante o una bibita gassata).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati