3 Giugno Giu 2017 1226 03 giugno 2017

Depurarsi dopo le feste

  • ...

Le feste sono finite, con qualche abbuffata e brindisi di troppo che hanno messo a dura prova il nostro fegato. Ecco qualche consiglio per un ritorno ad un sano regime alimentare.

In cosa consiste una dieta depurativa

In sostanza una dieta depurativa consiste nell’assunzione di molta acqua, frutta, verdura, evitando tutti i cibi grassi o fritti nonchè l'utilizzo del burro.

Andando nel particolare si all'assunzione di:

  • spinaci, rucola, radicchio che, come altri tipi di vegetali a foglia verde, contengono clorofilla capace di disintossicare dai metalli pesanti, dalle tossine e da tutti gli agenti inquinanti;
  • broccoli, che come i carciofi, oltre ad avere un effetto diuretico, attivano enzimi esercitando un’azione depurativa del fegato e della cistifellea;
  • finocchi hanno un effetto depurativo molto prezioso, hanno pochissime calorie e aiutano le funzioni intestinali;
  • si al limone, la cui vitamina C in esso contenuta aiuta l’intestino ad assorbire il ferro, arancia, pompelmo;
  • aglio, il numero uno tra i cibi depurativi, pulisce l’organismo lasciandolo leggero eliminando tutte le tossine;
  • due cucchiai al giorno di olio extravergine di oliva;
  • abbondanza di tisane e infusi: la tisana al finocchio è utile a sgonfiare l’addome, alla betulla e ortica aiutano a bruciare i grassi, quella alla cannella e allo zenzero a disinfettare e purificare;
  • la mattina si può iniziare la giornata con il caffè, si è scoperto infatti, al contrario di quanto si possa credere, che abbia un effetto protettivo nei confronti del fegato andando a stimolare inoltre il metabolismo.

Cosa evitare

  • assunzione eccessive di carboidrati e alcol: per il periodo post-festivo sarà meglio abbandonare i carboidrati e bevande alcoliche che per altro porta all’innalzamento dell’indice glicemico (al massimo un bicchiere di vino rosso al giorno).
  • digiuno. Infatti credere che saltare i pasti sia una soluzione si sbaglia di grosso anzi si avrà un effetto opposto in quanto il cervello al pasto successivo ordinerà al nostro metabolismo di accumulare più grassi come recupero del pasto saltato in precedenza

Un’ora e mezzo al giorno di camminata a passo svelto e due litri di acqua al giorno completeranno un perfetto rientro in un sano regime alimentare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso