6 Febbraio Feb 2017 1532 06 febbraio 2017

Come cucinare la barbabietola

  • ...

La barbabietola è un tubero ricco di zuccheri, sali minerali, fibre e vitamine, vanta numerose proprietà benefiche che la rendono veramente versatile da essere cucinata in ottime prelibatezze culinarie.

Barbabietola rossa: proprietà benefiche

La barbabietola rossa è una barbabietola da orto è una coltura vegetale della famiglia delle Chenopodiaceae, il cui utilizzo a scopi alimentari risale a tempi antichissimi: fin dai tempi degli Egiziani e Babilonesi, sui papiri si sono rivenute citazioni e riferimento su questo tubero prediletto per scopi assolutamente salutari e benefici per l’organismo umano. Il caratteristico colore rosso delle radici della barbabietola rossa è dovuto alla presenza di un vero e proprio colorante naturale, l’E162, utilizzato dall’industria alimentare.

Barbabietola rossa: utilizzo in cucina

La barbabietola può essere consumata da cruda in ottime insalate, misticanze, con pinzimonio e lattuga, condita con olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e di pepe nero. Come condimento per insalate di pasta o iper risotti, la barbabietola se, cucinata con soffritto e dado da brodo vegetale, è un tubero perfetto dal sapore dolciastro che conquista i palati più sofisticati. Ottime, anche, le chips di barbabietola da consumare in abbinamento a squisiti aperitivi o come stuzzichini da servire con noccioline, pistacchi, olive nere e cipolline in agrodolce. Le barbabietole sono un antipasto perfetto per chi ama la cucina vegetariana e vegana o come contorno da abbinare ai piatti di carne come arrosti, stufati, polpettoni e carni grigliate. Anche i muffin di barbabietola e di gorgonzola sono ottimi da gustare in occasione di una serata speciale, da accompagnare con il carpaccio di tonno o di pesce spada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso