8 Marzo Mar 2017 1733 08 marzo 2017

Come fare la mostarda di mele

  • ...

La mostarda di mele ha un sapore un po’ forte ma indubbiamente caratteristico e molto piacevole. Come per tantissimi prodotti, la mostarda realizzata manualmente è molto più buona di quella trovata sul mercato. Per tutti quelli che amano questo tipo di sapore e non hanno modo di spostarsi per arrivare a comprare vasetti di mostarda artigianale, c’è la possibilità di prepararsi da soli la propria mostarda di mele.

I passaggi per preparare la mostarda di mele

Gli ingredienti necessari per la mostarda di mele sono un limone, mezzo chilo di zucchero, una decina di gocce di olio essenziale di senape, reperibile in erboristeria o in farmacia, e, ovviamente, le mele, più o meno un chilo, possibilmente ancora un po’ acerbe e con la pasta dura e dolce, le mele cotogne sarebbero l’ideale.

Le mele vanno sbucciate e tagliate in otto spicchi, da tagliare a loro volta in pezzetti dello spessore di circa 3 o 4 millimetri. A questo punto bisogna unire alle mele il succo di mezzo limone e lo zucchero, mescolando e lasciando riposare per 24 ore, magari rigirando il tutto a distanza di qualche ora.

Passate le 24 ore si deve prendere il succo delle mele e l’eventuale zucchero non ancora sciolto e cuocere il tutto su un pentolino con fuoco a fiamma bassa, fino all’ebollizione, girando il succo per evitare che si attacchi; dopo aver fatto sobbollire per 5 minuti, il succo va versato sulle mele. Dopo aver fatto passare altre 24 ore, la procedura va nuovamente ripetuta.

Dopo altre 24 ore il succo e le mele vanno fatti bollire in un pentolino e sobbolliti per 20 minuti, fino a quando il succo non diventa più denso. Quando tutto si è raffreddato si aggiunge l’olio di senape, per conferire l’aroma piccante alla mostarda, che risulterà amalgamato alla perfezione solo dopo qualche giorno di posa. L’estratto di senape può essere dosato a seconda del sapore che si vuole dare alla mostarda o in base alla durata prevista del prodotto: col passare dei giorni il sapore un po’ si perde, dunque è possibile aggiungere un paio di gocce di aroma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati