16 Marzo Mar 2017 1912 16 marzo 2017

Come pulire la cicoria

  • ...

La cicoria è una verdura o meglio una pianta erbacea che si consuma cruda o cotta. Il suo sapore è amarognolo, ma è ricca di sali minerali e vitamine.

Viene utilizzata con frequenza in cucina in quanto esistono diverse ricette che la prevedono come ingrediente, anche se è ottima pure da sola o insieme ad altre insalate.
In commercio ci sono diverse varietà di cicoria come la classica catalogna oppure la cicoria selvatica o quella lunga, ma la si pulisce nello stesso modo.

La cicoria viene venduta a mazzi o a cespi e di solito presenta foglie frastagliate e lucenti, dal colore verde scuro o chiaro in riferimento alla tipologia. Sia le foglie che le coste non devono essere gialle o troppo scure per essere consumate correttamente.
Si ricorda per esempio le famose puntarelle romane dove si usa la cicoria a crudo, oppure la ripassata in padella in cui la cicoria viene fatta cuocere.

Pulire la cicoria


Per pulire la cicoria si deve togliere la parte terrosa che si trova nella parte inferiore, in seguito bisogna dividerla eliminando le foglie rovinate. Ora, adagiare la cicoria nel lavello della cucina pieno d'acqua fredda. Sciacquare la cicoria più volte finché l’acqua non sarà limpida. Lasciare la cicoria nell'acqua pulita per altri 10 minuti per permettere alla terra ancora presente di depositarsi sul fondo. Dopo questo procedimento la cicoria può essere bollita per essere pronta da usare nelle varie ricette.

Proprietà della cicoria


La cicoria è senza ombra di dubbio molto salutare in quanto riduce il tasso glicemico ed ha pochissimi carboidrati. Stimola la diuresi e purifica l'organismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati