13 Giugno Giu 2017 1816 13 giugno 2017

Come fare amarene sciroppate

  • ...

Tutte le regioni italiane che coltivano amarene hanno la propria ricetta per preparare le amarene sciroppate, anche se ci sono poche differenze, e comunque non sono da confondere con lo sciroppo di amarene.

Nel passato, per esempio, i noccioli non venivano buttati via, ma si usava romperli per estrarne il contenuto dal sapore di mandorla amara. Questi semini venivano tritati e aggiunti alle amarene con un risultato strepitoso.

Amarene sciroppate

Gli ingredienti per fare le amarene sciroppate sono:

  • 1 kg di amarene di stagione
  • 500 gr di zucchero
  • alcool per liquore

Ed ecco il procedimento: togliere dalle amarene le foglie e i piccioli, poi lavarle. Togliere anche i noccioli e aggiungere lo zucchero in una grossa ciotola coperta da posizionare al sole dalla mattina alla sera. Infatti il contenitore si ritira solo al tramonto e si mescola. Dopo una settimana lo zucchero si scioglierà e diventerà sciroppo. A questo punto le amarene saranno pronte da versare nei vasetti aggiungendo un cucchiaio di alcool per ciascuno. Infine, si consiglia di conservarle al fresco.

L'alternativa è quella di mettere subito le amarene nei vasetti sterilizzati cercando di non lasciare spazi. Unire lo zucchero e chiudere ermeticamente. Solo in seguito sistemare i vasi al sole per 40 giorni e muoverli ogni tanto o capovolgerli per uniformare il tutto. Dopo questo periodo di tempo le amarene sciroppate saranno pronte per essere gustate. Naturalmente le amarene possono essere snocciolate prima di iniziare il procedimento e per la conservazione preferire un luogo buio e fresco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati