14 Agosto Ago 2017 1700 14 agosto 2017

Dove si beve il mate

  • ...

Il mate è una bevanda ottenuta dall’infusione delle foglie della pianta Yerva Mate. La preparazione è simile a quella del tè poiché le sue foglie vengono essiccate e sminuzzate. Solitamente viene consumata calda, per tradizione. Il sapore di tale bevanda sembra accordarsi bene sia coi cibi dolci che con quelli salati.

Storia e diffusione

Il mate deve la sua diffusione ai colonizzatori spagnoli che nel XVI secolo appresero tale tradizione dagli indios guaranì nel periodo degli insediamenti Gesuiti nell’attuale stato del Brasile. Questa bevanda divenne subito oggetto di commercio e fu adottata come bibita tradizionale dai mandriani gaucho e huaso in Argentina, Paraguay, Uruguay, Cile e lungo tutta la cordigliera delle Ande.

In seguito, a causa dell'emigrazione italiana in Argentina e Uruguay, il consumo del mate si è affermato in Italia nel secolo scorso in particolare in alcune regioni: la Sardegna, la Calabria e la Valtellina.

Il rito del mate

Bere il mate è un vero e proprio rito quotidiano in quasi tutte le famiglie dei Paesi sopra indicati e, in alcuni casi, anche negli uffici dove è molto comune vedere professionisti lavorare davanti ai loro computer con una tazza di mate. Bere il mate per gli argentini e uruguaiani è un "rituale" estremamente diffuso (come per gli italiani bere una tazza di caffè). Per prepararlo è necessario avere:

  • un porongo; si tratta di apposito recipiente realizzato con una zucca, oppure in legno o in metallo, che viene usato sia per preparare l'infuso, sia per berlo
  • una bombilla, cioè una specie di cannuccia di metallo che da un lato ha l'imboccatura e dal lato opposto un filtro per impedire alle foglie di erba mate di entrare nella cannuccia stessa
  • l'erba mate; che può essere preparata con palo (con il picciolo) o sin palo (senza picciolo): la prima ha un sapore più deciso e più amaro mentre la seconda ha un sapore più morbido
  • un recipiente dove scaldare l’acqua
  • un contenitore termico per mantenere il mate caldo

La cerimonia della bevitura del mate è chiamata mateada. Il mate si è diffuso come bevanda anche grazie ai benefici che apporta. Sulle Ande è noto per gli effetti positivi contro il soroche, il mal di montagna. Inoltre è lievemente eccitante a causa del suo 2% di caffeina presente nelle foglie giovani che scende a circa 1,20% con la conservazione Infine è provato che il suo consumo ha effetti diuretici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso