4 Gennaio Gen 2018 0832 04 gennaio 2018

Come fare fontana di cioccolato

  • ...

Quando si organizzano delle feste con amici o parenti, soprattutto nel periodo invernale (ma non solo), la presenza di una fontana di cioccolato può dare alla serata un tocco di fantasia e di golosità in più; molte persone ne hanno sentito parlare, ma non hanno capito bene di cosa si tratta: ecco come fare una fontana di cioccolato.

Come è fatta una fontana di cioccolato

La fontana di cioccolato può essere inserita tra gli elettrodomestici da cucina: è formata da una colonna centrale su cui sono attaccati dei vassoi (di solito tre) di dimensioni diverse (quello più in alto è il più piccolo, quelli sotto sono più grandi). Alla base della struttura è presente la ciotola più grande, mentre all'interno della colonna si trova il meccanismo che spinge il cioccolato verso l'alto.

Il motore aziona una vite elicoidale che spinge verso la parte alta della colonna il cioccolato fuso, che poi uscirà all'esterno e scenderà a cascata riempiendo i vari vassoi prima di arrivare sulla ciotola della base. Da qui gli invitati alla festa potranno raccogliere il cioccolato o, utilizzando forchettine e spiedi, intingervi ogni tipo di bontà, dai pezzetti di frutta ai biscotti.

Come preparare il cioccolato

Ora però bisogna capire come fare una fontana di cioccolato, ovvero come preparare l'ingrediente principale. Alcuni modelli consentono di fondere il cioccolato direttamente all'interno dell'elettrodomestico (bisogna leggere le istruzioni), anche se di solito si raccomanda di inserire nella fontana del cioccolato già fuso.

Spesso si fa sciogliere il cioccolato a bagnomaria, ma molti preferiscono avvalersi del forno a microonde. Una volta raggiunta la giusta consistenza, il composto potrà essere versato nella ciotola grande della fontana; a questo punto basterà accendere l'interruttore e aspettare che il cioccolato venga aspirato all'interno della colonna per poi rivederlo scendere a cascata dall'alto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso